Quattro tasselli e qualche spina per sistemare la rosa: in arrivo Cocco e Cavanda

Scritto da , 25 Gennaio 2016
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

SALERNO. Un terzino sinistro, un difensore centrale, un attaccante ed eventualmente un esterno d’attacco: in questa ultima settimana di mercato la Salernitana dovrà completare ancora diverse operazioni in entrata ed altrettante in uscita per ridisegnare al meglio la rosa in vista del rush finale. Analizziamo, ruolo per ruolo, come sta messa e dove potrebbe intervenire la Salernitana entro le 23 di lunedì prossimo, dead line del mercato invernale.

PORTIERI Terracciano è ormai il numero uno consolidato della squadra. L’ex portiere del Catania ha spazzato via la concorrenza di Strakosha (destinato a restare fino a giugno) e dei vari Coppola e Gomis, nomi emersi ad inizio mercato. Partito Ronchi, sarà Rosti, prelevato dall’Arezzo, il terzo fuori lista.

TERZINO DESTRO Ceccarelli titolare, Colombo vice. E’ questa la piega, presa già nel match con il Brescia, per questo ruolo. A meno che Colombo, in scadenza a giugno, non chieda di essere ceduto. In tal caso arriverebbe un under (il laziale Patric?) sempre in virtù delle coppie per ogni ruolo volute da Torrente.

TERZINO SINISTRO Rossi è incedibile (come Empereur e Donnarumma) visto il regolamento che vieta ai calciatori di giocare gare ufficiali con tre maglie differenti, mentre Franco ha dato buone risposte venerdì sera realizzando anche un gol importante. nonostante ciò quest’ultimo potrebbe essere sacrificato per fare spazio ad un elemento più esperto. Sfumato Mammarella, indeciso Braahfeid, nelle ultime ore è spuntato il nome di un altro laziale, il belga Cavanda.

DIFENSORI CENTRALI Con gli under Empereur, Prce e Bagadur e gli over Trevisan, Tuia, Bernardini e Schiavi, la Salernitana sarebbe più che coperta nel ruolo. Ragion per cui potrebbero partire due elementi, Trevisan (Padova, Reggiana, Lumezzane) e Tuia (Paganese e Catania), ed arrivarne un altro, Angelo Rea dell’Avellino già in parola da tempo con Fabiani.

CENTROCAMPISTI Moro (che ha rifiutato Benevento e resterà), Bovo, Odjer, Pestrin e gli ultimi arrivati Zito e Ronaldo formano già un pacchetto completo e dalle opzioni molteplici. Occhio però alla probabile partenza di Pestrin, corteggiato da un paio di società di Lega Pro (Martina e Casertana), ed al possibile reintegro di Sciaudone, per il quale non si riescono a trovare soluzioni sul mercato. Se dovessero partire entrambi si cercherebbe un’alternativa, ma al momento l’ipotesi è abbastanza remota. Anche se…

ATTACCANTI ESTERNI Il giovane Oikonomidis, fuori lista perché under, è un rinforzo importante ma potrebbe non essere l’unico. Con lui, in questo ruolo, c’è il solo Gabionetta (la cui posizione non è più così tanto salda ed è cercato da Novara ed Avellino) vista le partenze di Milinkovic e Perrulli e l’uscita di scena di Troianiello. Torrente vuole tornare stabilmente al 4-3-3 e così in questi ultimi sette giorni potrebbe giungere un altro esterno. Falco, che il Bologna ha offerto in cambio di Coda ma che potrebbe arrivare anche in prestito secco, è la prima opzione. Con l’incognita Nalini e con la possibilità di riciclare Donnarumma sulla fascia come a inizio stagione, la Salernitana potrebbe compiere il classico colpo a sorpresa (Lombardi dell’Ancona) tornando magari su qualche vecchio obiettivo (Doumbia del Lecce e Nicastro della Juve Stabia).

CENTRAVANTI Massimo Coda sta sbocciando ma il probabile ingaggio di Cocco dal Pescara potrebbe convincerlo ad accettare la corte serrata del Bologna, squadra di massima serie in cui ritroverebbe il suo mentore Donadoni. Quella appena cominciata potrebbe essere la sua settimana. Sull’epilogo bisogna solo attendere le 23 di lunedì prossimo… (m.d.m.)

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->