Quando l’equitazione incontra il calcio

Scritto da , 8 gennaio 2018

Simone Palombi ha al suo fianco Valeria Michelangeli, splendida e talentuosa amazzone in carriera

 Di Amadeus

 Non è nuovo il binomio Equitazione e Calcio, due sport di grandissimo fascino, istinto e metodo. Due i grandi nomi di calciatori che sono stati catturati dall’eleganza del salto ostacoli, Salvatore Bagni ed Hernan Crespo, quest’ultimo con al suo fianco un’amazzone di grande talento, Alessia Rossi, mentre il primo, grazie alla passione di sua figlia Elisabetta e soprattutto della moglie Letizia, trasmessa alle nipotine, così come sui più prestigiosi campi nazionali è possibile incontrare anche Luciano Moggi, con sua nipote Ludovica Luna, campionessa italiana Children. Anche il neo-granata Simone Palombi ha una splendida e talentuosa amazzone in carriera al suo fianco, Valeria Michelangeli, nome di punta della Scuderia I Pioppi, allieva di Piero Coata, per il quale si è trasferita da Foligno a Roma proprio per poter seguire stabilmente le sue lezioni e godere della sua supervisione tecnica, ottenendo il bronzo al criterium Young Rider, col suo cavallo Uran, quindi debutto in gran premio e Campionato Italiano assoluto in sella a Berlina M Romagnolo Z, che l’ha portata a diventare una under 25 di interesse nazionale. L’amazzone umbra continuerà a svolgere il suo duro lavoro, fatto di sacrifici, rinunce, delusioni, soddisfazioni e vittorie, col suo nuovo giovane soggetto Limoncello, un nome anticipatore del trasferimento del giovane bomber. Valeria, non farà certo, però, la sua presenza sugli spalti dell’Arechi al debutto di Simone Palombi in granata, per portare con sè a Roma, il profumo stordente del nostro limoncello, unitamente al ricordo della nostra luminosa tradizione ippica, che ha scritto la storia dell’equitazione con Raimondo D’Inzeo, talismano di piccole ebbrezze per le future coccarde del suo puledro.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->