Quando la danza è …….Bugiarda

Scritto da , 13 giugno 2017
New Space Dance Francesco Boccia

Stasera sul palcoscenico del teatro delle Arti, alle ore 19, lo spettacolo del New Space Dance di Francesco Boccia. Clou dell’evento un passo a tre dedicato all’indimenticato fotografo Ciro Fundarò

 Di OLGA CHIEFFI

“Ogni uomo mente, ma dategli una maschera e sarà sincero” (Oscar Wilde). Questa la frase e il tema scelto per lo spettacolo di fine anno scolastico che la New Space Dance di Francesco Boccia, offrirà questa sera alle ore 19, al suo pubblico presso il Teatro Delle Arti, in una serata condotta da Concetta De Luisa. Sulle tracce di Artur Schopenauer ribattiamo che lo spettacolo di stasera sarà una metafora in cui, come in un ballo mascherato, al termine del quale ognuno getta la maschera, alla fine si scoprirà la vera natura di coloro i quali hanno percorso una parte della strada con noi. S’inizierà questo particolare percorso coreutico, che farà da preludio alla seconda edizione di Salifornia in Danza che si svolgerà sul LungoMare salernitano dal 24 al 28 luglio, accattivante tra emozioni, virtuosismi, riflessioni, intrapreso con un linguaggio a volte intimistico ed essenziale, a volte ricco di coloriture e recherche, dal nostro ‘700, evocato dalle musiche del Rondò Veneziano. Un Settecento sospetto e beffardo, quello del famoso ensemble di Reverberi, il cui fascino maggiore risiede nel suo acceso vitalismo, che si manifesta soprattutto nel gusto per un’insistita, persino ossessiva iterazione ritmica, musica perfetta per i piccoli dei primi corsi. Francesco Boccia ospita nella sua scuola diversi nomi internazionali del mondo della danza, uno di questi è certamente Thierry Verger Ezra, il quale insieme a Kama Georgian ha montato un passo a due per Francesco Boccia e Sara di Landri, i quali avranno due prestigiosi ospiti del calibro di Gaetan Balzin e Sheldon Cantenys. Si continua con un programma sempre vario e privo di barriere tra i diversi generi. Caratteristica indiscussa della scuola di Francesco Boccia è la volontà e la capacità di prestarsi a diverse esperienze e culture coreutiche. All’interno delle loro performance, il confronto, la differenza tra gli stili, le diverse epoche storiche, anziché essere considerate tematiche da gestire attenendosi a repertori specifici, sono diventati una ricchezza da usare per stupire e divertire la platea. Il III quadro prevede una rilettura del celebre film musicale Sister Act con coreografie firmate da Danila Flauti, Alessandra D’Onofrio, Silvana Barba, Sara Forte e Teresa Autuori. Si continuerà, quindi, con la Video Dance, con Russian di Robbie Williams, a suo modo una chiara rilettura del celebre Mask del Romeo e Giulietta di Prokofiev, su coreografie dello stesso Francesco Boccia, unito nella creazione a Mirko De Paolis e Teresa Autuori con ballerini ospiti Ciro Martino e Vittorio Feola. A seguire l’Extremly Modern con le coreografie Hip Hop di Gabriele Manzo e Silvia Grassellini per il contemporary e il neoclassico. Cameo di Sarah Taylor sarà Foreign Landscape interattività del linguaggio del corpo, molteplice e variegato, con una costante comune di riflessione e indagine sulle potenzialità offerte in senso espressivo grazie al rapporto corporeo immesso in un mondo artistico innovativo e fertile. Evento Clou dello spettacolo sarà un fuori programma, un passo a tre firmato da Thierry Verger, dedicato all’indimenticato fotografo Ciro Fundarò. Sullo sfondo delle immagini di Fundarò danzeranno Danila Flauti, Emma Liguori e Gaetan Bazim. L’obbiettivo è alla ricerca dell’angolo semplice e impossibile. La coreografia è un sequel di fotogrammi dove a cambiare è il baricentro quindi l’equilibrio, alla ricerca dell’essenza di una visione sopra le righe, quindi di un’emozione. Finale con protagonista la licenzianda Raffaella Di Camillo, con un quadro ispirato al Musical Nine di Rob Marshall, un patente omaggio al cinema italiano e al Fellini di 8 e ½, al suo eterno sogno, alla sua visionarietà.

Predanza:

Eliana Carucci, Claudia Cuoco, Carmen Falco, Daniela Giardullo, Sofia Granata  Vittoria Iacovazzo, Lia Beatrice, Carmela Maresca, Vincenza Paolillo, Gaia Schipani, Pierfrancesco Genzano Primo Libero: Elvira Sofia Cestaro, Mara Condoluci, Lucia e Federica Coscia, Luisa D’Elia, Martina Lanza, Maura Tedesco, Giulia Giardullo, Laura Pollina, Gaia Soldano Terzo Libero: Giulia Bove, Rita Deo, Annachiara Esposito, Roberta D’Amico, Annamaria Gallo Primo regolare: Rosa Cuoco, Pietra Luna Amatruda, Anna Noschese, Antonio Tedesco Quinto regolare: Erica Bove, Camilla Liguori, Alessandra Cavallo, Giada Ciccullo, Monica Rossin, Alessandra Mastrogiovanni Sesto Regolare: Margherita Buonomo, Francesca Alberti Moderno Avanzato/Contemporaneo: Erica Bove, Camilla Liguori, Alessandra Cavallo, Giada Ciccullo, Monica Rossin, Alessandra Mastrogiovanni, Margherita Buonomo, Francesca Alberti, Claire Cimino, Martina Iannuzzelli, Eleonora Marfella, Anna Falco, Teresa Guerritore.

 

 

 

 

 

 

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.