Psaut di via Vernieri, Disagi per i cittadini ma l’Asl precisa: «Servizio poco utilizzato»

Scritto da , 11 Ottobre 2019
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

La chiusura del Psaut di via Vernieri sembra creare già i primi disagi. Numerose sarebbero infatti le chiamate giunte, dopo le ore 20, e che non hanno trovato riscontro. Nonostante ciò, l’Asl di Salerno precisa che il presidio di via Vernieri è attualmente attivo con una postazione mobile di emergenza territoriale con 2/3 medici presenti h24 che dispongono di tre autoambulanze per gli interventi sul territorio; una postazione fissa di primo intervento per i casi di minore complessità, rivolta ai cittadini che si recano spontaneamente al Presidio, attiva tutti i giorni dalle ore 8 alle 20 con la presenza di un medico e di un infermiere professionale; un servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica) con due medici presenti tutte le notti (ore 20 -8), tutti i giorni festivi (h24) e tutti i giorni prefestivi dalle 10 alle 24. Inoltre, la postazione fissa di primo intervento – pur essendo attiva fino allo scorso 30 settembre, anche nelle ore notturne – è stata scarsamente utilizzata dalla popolazione, essendo state erogate circa 48 prestazioni di minore complessità in dodici mesi (meno di una prestazione a settimana). La rimodulazione del servizio ha tenuto conto che, in ogni caso, nelle ore notturne restano presenti nel presidio di via Vernieri due/tre medici della postazione mobile di emergenza territoriale con la disponibilità di tre autoambulanze, e due medici della continuità assistenziale. Ad avanzare la proposta di trasferire il personale del Psaut presso l’ospedale Ruggi d’Aragona il dottor Albano della Uil Medici Salerno secondo cui i medici in questione potrebbero occuparsi dei codici bianchi. Ad oggi, infatti, il pronto soccorso del nosocomio locale registra circa 250 accessi che, inevitabilmente, manda in affanno il personale medico e infermieristico. Dal canto suo, l’Asl di Salerno ribadisce che ai cittadini che si recheranno spontaneamente al Presidio di via Vernieri nelle ore notturne, per casi di minore complessità, sarà ampiamente garantita l’assistenza.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->