Provincia, Udc diviso sul vice

Scritto da , 29 ottobre 2014
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

C’è maretta in casa Udc. Nonostante l’offerta della vicepresidenza e l’approssimarsi del primo consiglio provinciale, il gruppo di Cobellis ancora deve sciogliere la riserva sul nome da indicare a Giuseppe Canfora. Il tutto dovrà avvenire prima di venerdì, quando in aula il presidente dovrà annunciare il suo vice. Le riunioni si susseguono ma la quadra sarebbe ancora lontana all’interno dell’Udc. A contendersi il posto sono Milo, consigliere comunale di Angri ed il sindaco di Siano Tenore. A spingere l’uno o l’altro le diverse motivazioni politiche in campo ai due gruppi portatori anche di esigenze prettamente elettorali. In particolare a far leva sul nome di Milo per la vicepresidenza ci sarebbe il sindaco di Angri Pasquale Mauri, in scadenza di mandato nel suo Comune ed intenzionato a chiedere la riconferma ai suoi elettori. Lo stesso Mauri, d’intesa con Cobellis, avrebbe siglato un patto politico con Vincenzo De Luca anche in vista di un impegno regionale. Dunque per Mauri, anche un breve periodo di vicepresidenza (si dice che abbia chiesto almeno il posto per sei mesi) gli darebbe respiro e visibilità nel suo comune. Ma a quanto pare Sabatino Tenore sarebbe poco propenso alla staffetta. Lui vorrebbe l’incarico subito, rinunciando così alla corsa per le elezioni regionali. D’altronde Tenore per candidarsi al Consiglio regionale, stando all’ultima norma elettorale, dovrebbe sciogliere quello comunale e spedire, dunque, il commissario nella sua Siano. La partita per Cobellis sarebbe, dunque, diventata complicata al punto che si vocifera di un possibile accordo con il Pd e quindi cessione della vicepresidenza proprio ai democrat, in cambio di un altro incarico, semmai di sottogoverno. Naturalmente il tutto sarebbe al vaglio della diplomazia di entrambi i partiti. Se l’Udc entro poche ore non scioglierà la riserva si procederà con il piano B. Intanto ruotano nuovi esponenti politici intorno all’Udc in vista delle elezioni regionali e di un possibile accordo con il centrosinistra ed in particolare con Vincenzo De Luca, qualora dovesse essere candidato alla presidenza di Palazzo Santa Lucia. Negli ultimi direttivi, infatti, si è visto anche Francesco Pastore, assessore della giunta Sica a Pontecagnano Faiano. Indiscrezioni parlano di una sua possibile candidatura al Consiglio regionale con il supporto dello stesso primo cittadino picentino, pronto a lanciare il suo delfino piuttosto che sciogliere anticipatamente la sua amministrazione.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->