Provincia, nuova indagine sugli appalti 2006 e 2007

Scritto da , 10 Novembre 2012
image_pdfimage_print

La Procura torna ad occuparsi della Provincia di Salerno, una nuova indagine coinvolge palazzo S. Agostino e nel mirino degli inquirenti ci sono sempre gli appalti dell’ente. Un copione ormai già visto e che torna d’attualità con il quarto fascicolo d’inchiesta aperto da palazzo di giustizia. Nel mirino dei sostituti procuratori Antonio Cantarella e Francesco Rotondo questa volta sono finiti una serie di lavori di somma urgenza. L’attenzione dei due magistrati si è concentrata su di una serie di delibere e determine per interventi che riguardano opere appaltate soprattutto nel periodo tra il 2006 e il 2007 ma con qualche puntatina anche nel 2008. La Procura di Salerno ha incaricato la Guardia di Finanza di cercare documenti e mandati di pagamento anche attraverso perquisizioni nei pressi di uffici ed abitazioni private. Sarebbero una dozzina le persone finite nel mirino degli inquirenti e che starebbero anche già collaborando per ricostruire atti, passaggi e modalità burocratiche per l’espletamento e l’evasione degli appalti passati al setaccio. Tra gli indagati figurano imprenditori e funzionari di palazzo S. Agostino che già sono stati chiamati in causa in altre inchieste ancora in corso come i due filoni della Ghost Roads, partita dalla denuncia dell’ex sindaco di Acciaroli Vassallo, e la Due Torri sul sistema degli appalti pilotati. Per alcuni un atto dovuto vista l’incarico all’interno degli uffici di via Roma, per altri la posizione si delinea sempre più mentre si spulcia nei documenti acquisiti agli atti. La Procura conta di avere in tempi brevi un quadro preciso dell’ennesima inchiesta sugli appalti dell’ente Provincia per poi decidere i primi provvedimenti del caso.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->