Protestano i Vigili del Fuoco: «Non siamo corpo di Serie B»

Scritto da , 18 maggio 2016

I Vigili del Fuoco di Salerno, per iniziativa del sindacato Conapo, si sono dati appuntamento davanti alla Prefettura dove è stata organizzata una conferenza stampa. I sindacalisti del Conapo hanno ottenuto un incontro con il Prefetto Malfi al quale hanno chiesto di farsi portavoce verso il governo del malessere dei caschi rossi dovuto all’iniquo trattamento che ricevono dallo Stato. L’iniziativa si è svolta simultaneamente in tutte le province d’Italia.

Il messaggio al Premier Renzi è stato chiaro: “Vigili del Fuoco salernitani, come quelli di tutta Italia, sono stanchi di essere trattati dallo Stato come un corpo di serie B. Non chiediamo privilegi ma pari dignità lavorativa con gli altri corpi. Vengano i politici a rischiare la vita al posto nostro”. “Rischiamo la vita come e più degli appartenenti agli altri Corpi dello Stato e siamo impiegati nel pronto intervento operativo dal giorno dell’ assunzione sino al giorno della pensione, un servizio usurante che non ha eguali nello Stato, eppure – spiega Raffaele Vitolo, responsabile provinciale del Conapo – siamo il Corpo meno retribuito e non abbiamo le tutele previdenziali degli altri corpi, siamo veramente amareggiati dal disinteresse della politica”.
Consiglia