Prodotti scaduti in pub e ristoranti. Sanzioni e sequestri per 2.800.000 euro ad attività della zona orientale della città

Scritto da , 19 settembre 2017

Pina Ferro

Prodotti caseari ampiamente scaduti in pub e ristoranti della zona orientale di Salerno. Controlli, chiusure e sanzioni pari a 2.800.000,00 euro da parte dei carabinieri del nucleo antisofisticazione dei carabinieri di Salerno diretti dal maggiore Vincenzo Ferrara. Le attività preventive e i provvedimenti del caso hanno riguardato anche la provincia di Salerno. Nel corso della notte tra il 16 ed il 17 settembre i militari del maggiore Ferrara in collaborazione con il personale dell’Azienda sanitaria Locale Salerno, ha effettuato ispezioni igienico sanitarie presso vari ristoranti, pub, paninoteche, kebab, pizzerie e bar della zona est di Salerno A conclusione degli accertamenti i carabinieri hanno provveduto al sequestro amministrativo di circa 170 chilogrammi di prodotti ittici, carnei e lattiero caseari, in parte congelati e con data di scadenza ampiamente superata, per i quali i titolari parte non hanno fornito documentazione atta a stabilirne la tracciabilità; alla chiusura ad horas di attività di Ristorante e Pub ’a causa delle gravi criticità e non conformità igienico – sanitarie e strutturali rilevate ed alla diffida ai titolari per il ripristino delle normali condizioni igienico sanitarie degli ambienti controllati. Il valore dei provvedimenti ammonta a circa 2.800.000,00 euro Nella tarda serata del 15 settembre i militari sono entrati in azione a Capaccio dove hanno effettuato verifiche igienico sanitarie presso un ristorante ed un supermarket. A conclusione degli accertamenti gli operanti hanno proceduto al sequestro penale dell’intero ristorante, disposto su una superficie di circa 150 metri quadrati, parzialmente realizzata in assenza dei permessi a costruire, in violazione alle normative di settore e sequestro penale di circa 350 chilogrammi di alimenti vari (carni, ittici, prodotti caseari e bibite), detenuti in pessimo stato di conservazione ed insudiciati, in parte congelati e non presentati come tali agli ignari avventori. In più si è provveduto alla chiusura “ad horas” di un locale adibito a deposito alimenti, a causa delle gravi criticità e non conformità igienico – sanitarie e strutturali rilevate e sequestro amministrativo di circa 60 chilogrammi di prodotti caseari e salumi, per i quali il titolare non ha fornito documentazione atta a stabilirne la tracciabilità. Il valore complessivo dei provvedimenti ammonta a circa 500.000,00 euro dei quali 4.000,00 riferiti agli alimenti. Infine, il 12 settembre 2017, a Battipaglia, gli uomini del Nas hanno effettuato un’ispezione igienico sanitaria presso un grosso supermercato. A conclusione degli accertamenti è stato proceduto al sequestro amministrativo di circa 150 chilogrammi di salumi e formaggi vari, preincartati, per i quali la parte non ha fornito documentazione atta a stabilirne la tracciabilità, determinante per garantirne la sicurezza alimentare. Valore complessivo del provvedimento ammonta a circa 3.000,00 euro. I controlli da parte degli uomini del Nas unitamente all’Asl proseguiranno anche nei prossimi giorni ed interesseranno tutte le attività di ristorazione e gli esercizi commerciali dell’intera provincia di Salerno.

Consiglia