Processo Termovalorizzatore. I M5S«Il Tribunale di Salerno ha detto chiaramente che la figura del project manager non è prevista nel codice degli appalti

Scritto da , 21 aprile 2015
image_pdfimage_print

«Adesso il sindaco decaduto di Salerno, Vincenzo De Luca, la smetterà di parlare di reato linguistico. Il Tribunale di Salerno, che lo ha condannato per abuso d’ufficio, ha detto chiaramente che la figura del project manager non è prevista nel codice degli appalti. La motivazione della sentenza finalmente smaschera 20 anni di amministrazione deluchiana improntata su leggi e norme completamente inventate per accrescere il consenso elettorale. Oggi è stato dimostrato che a Salerno non esiste la legge De Luca».

Questa la dichiarazione de i parlamentari salernitani del Movimento 5 Stelle Isabella Adinolfi, Andrea Cioffi, Silvia Giordano, Girolamo Pisano e Angelo Tofalo.

I parlamentari conbtinuano: «Esiste la legge degli appalti che il candidato governatore del Pd non ha rispettato. Esiste la legge Severino che, sulla scia del patetico e fantomatico reato linguistico, Vincenzo De Luca e il Pd continuano a snobbare. Ed esiste il M5S che è riuscito a far rispettare la legge sull’incompatibilità del doppio incarico facendolo decadere da sindaco. Noi siamo per la legalità. Il folklore e le invenzioni linguistiche li lasciamo agli showmen come De Luca».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->