Procedura di stipula degli atti di concessione cimiteriale, a S.Egidio ora si cambia

Scritto da , 7 febbraio 2016
image_pdfimage_print

Sant’Egidio del Monte Albino: C’è un cambio nella procedura di stipula degli atti di concessione cimiteriale. La Giunta Comunale ha deciso, dopo aver esaminato le criticità dell’attuale gestione del cimitero comunale e il rischio di non riuscire a mettere in atto gli interventi di riqualificazione cimiteriali già programmati, di modificare l’attuale sistema di stipula degli atti di concessione cimiteriale che prevedeva la stipula di un atto pubblico amministrativo da dover essere registrato presso l’Agenzia delle Entrate competenti. Tale metodologia prevedeva costi sia per il cittadino che per la stessa amministrazione comunale. Una valida alternativa è stata ritrovata nella forma della scrittura privata non autentica che non necessita di nessuna registrazione. La Giunta comunale, guidata in questa delibera dal vice sindaco De Angelis, ha scelto di seguire un nuovo iter per le concessioni cimiteriali: gli atti di concessione cimiteriale di qualsiasi tipologia potranno essere redatte in forma pubblico-amministrativa, in forma privata autenticata e in forma privata non autenticata. Nel caso in cui il richiedente scelga la forma di scrittura privata non autenticata, gli atti dovranno essere sottoscritti con il Responsabile dell’area e inviati in copia ai servizi cimiteriali comunali. Gli atti redatti in forma di scrittura privata, sia autenticata che non, saranno registrati in un apposito registro gestito dal Servizio Comunale mentre i contratti di concessione di qualsiasi tipologia che superino la misura di 200 euro saranno stipulati in forma pubblico amministrativa e sottoposti all’obbligo di registrazione a cura del segretario comunale.Le sepolture private sono regolate dal regolamento comunale che concede l’uso di aree e manufatti costruiti dal Comune.
Anna De Rosa

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->