Primarie, Valiante non trascina Cozzolino. Flop Ragosta a Salerno

Scritto da , 3 Marzo 2015
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

L’obiettivo a Salerno città fissato da Vincenzo De Luca è stato sfiorato. A fronte dei 15mila voti richiesti ai suoi, l’ex sindaco di Salerno ne ha incassati 12500 circa, attestandosi al 96 per cento. Un record che supera anche le precedenti consultazioni interne al Pd. Il boom di consensi al centro sociale dove Vincenzo De Luca supera le 1500 preferenze. Più di mille i voti anche al rione Calcedonia. Va male Andrea Cozzolino che supera di poco i 430 voti complessivi a Salerno città. A Sant’Eustachio per l’eurodeputato si contano solo due preferenze. Ancora più bassa la presenza di Marco Di Lello che conquista appena 58 preferenze. Inconsistente, a quanto pare, il sostegno a Cozzolino da parte del deputato ex Sel Michele Ragosta (promotore tra l’altro di una lista civica per le Regionali) e dell’assessore comunale di Salerno Gerardo Calabrese. Complessivamente, in provincia di Salerno, Vincenzo De Luca arriva al 70 per cento, raggiungendo 30700 preferenze, rispetto alle 11mila di Andrea Cozzolino e le mille e poco più di Marco Di Lello. A Cicerale, Perdifumo, Rutino, Prignano Cilento e Torchiara non c’è neppure un voto per lo sfidante di Vincenzo De Luca che vince, invece, a Vallo della Lucania (paese di Cobellis), Teggiano, Giffoni Valle Piana, Pagani, Bracigliano (comune del sindaco Rescigno, consigliere provinciale del Pd), Centola (amministrato da Carmelo Stanziola, primo eletto a Palazzo Sant’Agostino), Serre, Cuccaro Vetere ed in una sezione di Eboli, comune che tra l’altro domenica sarà nuovamente chiamato al voto per le primarie del candidato sindaco del centrosinistra. Qui l’impegno pro Cozzolino sarebbe firmato dall’ex ministro Carmelo Conte. «Peccato dover vincere fuori e non dentro», il commento di Ugo Carpinelli (sostenitore di Vincenzo De Luca) sostanzialmente battuto a Giffoni Valle Piana dal nipote sindaco Paolo Russomando. Non regge l’asse Valiante (padre e figlio) e Donato Pica, sostenitori di Andrea Cozzolino che avrebbe dovuto far “sfondare” l’eurodeputato nella zona sud di Salerno. Ad Agropoli, Fisciano e Minori i dati più significativi. Nel Comune amministrato da Franco Alfieri (possibile candidato alle Regionali) De Luca arriva a 1800 preferenze, con Cozzolino che si ferma a 93. Alfieri che trascina l’ex sindaco di Salerno anche nel suo comune d’origine, Torchiara, che regala al vincitore 265 voti. Effetto Eva Longo, invece a Pellezzano dove Vincenzo De Luca che sfiora le 500 preferenze. Funziona l’accordo con l’Udc di Cobellis e Mauri ad Angri dove l’ex primo cittadino salernitano raggiunge quasi quota 1000. Bene, invece, Marco Di Lello a Oliveto Citra dove arriva a 165 voti. A Castel San Lorenzo, il consigliere regionale del partito socialista Gennaro Mucciolo porta al suo referente nazionale 61 preferenze.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->