Primarie: Tavella entra ma è flop Cgil

Scritto da , 10 dicembre 2013

Anche Franco Tavella entra nell’assemblea nazionale del Pd. Certo è che il segretario regionale della Cgil si è dovuto accontentare dei resti per essere eletto a supporto della mozione Cuperlo. Segno che la forza sindacale non ha spinto per una affermazione netta di almeno un candidato salernitano. Eppure, in campo, sembra che ci sia stato tutto il sindacato che fa capo alla Camusso. Tavella, d’altronde, prima di essere nominato segretario regionale guidava la segreteria provinciale. Fuori dall’assemblea, che si riunirà per la prima volta domenica, resta il consigliere regionale Anna Petrone, nonché il deputato Pd Matteo Orfini. Tra le fila renziane entra anche Antonio D’Alessio, presidente del Consiglio comunale di Salerno che nel collegio cittadino farà compagnia a De Luca jr ed alla cavese Luisa Iannone. In dubbio, invece, la posizione della senatrice cuperliana Angelica Saggese, capolista del collegio Agro Nocerino Sarnese. Qui, secondo i primi calcoli, la lista di Matteo Renzi avrebbe fatto l’enplain. Ma da Napoli non si escludono riconteggi che possano così far scattare il seggio nell’Agro anche per la componente Cuperlo. Nella Piana del Sele, per l’area Cuperlo, Federico Conte è l’unico eletto mentre nel collegio sono due i nominati in assemblea nazionale. Tra i sindaci ci sono Paolo Russomando (Giffoni Valle Piana) e Stefano Pisani (Pollica) a far parte dell’organismo di partito mentre tra gli altri figli d’arte, c’è anche Titti Amabile di Fisciano. Ancora per la mozione Renzi c’è il deputato Sabrina Capozzolo che ad Agropoli ha raggiunto cifre bulgare. Nulla da fare per Civati che in provincia di Salerno non conquista neppure un seggio. (andpell)

Consiglia