Primarie Pd, chiusi tre seggi. A Salerno uffici comunali aperti

Scritto da , 1 Marzo 2015
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Momenti di disagio in tre seggi delle primarie del centrosinistra nel Salernitano, a Pontecagnano Faiano, Eboli ed Atena Lucana in un quadro complessivo di svolgimento regolare delle operazioni di voto. A Pontecagnano – si apprende da Nicola Landolfi, presidente provinciale di Salerno del Pd – c’è stato un diverbio tra una persona e il presidente del seggio di Sant’Antonio. Sono intervenuti i Carabinieri e l’episodio si è subito concluso. A Eboli sono stati aperti due dei quattro seggi previsti: uno è stato dichiarato inagibile dai vigili urbani e l’altro non è stato aperto per mancanza di rappresentanti del seggio. “Si tratta in ogni caso di casi singoli e di azioni personali sicuramente non riconducibili a nessuna regia di qualche candidato – ha detto Nicola Landolfi – Quello che conta è che ci sia una risposta positiva all’appello di votare, non solo a Salerno ma in tutto il territorio provinciale”. Ad Atena Lucana chiuso il seggio dopo una comunicazione della segreteria provinciale di Salerno. Sergio Annunziata denuncia: “Segreteria incapace di gestire questo processo”. “La Campania – prosegue il vicesindaco di Atena Lucana –  si distingue per brogli e la provincia di Salerno si è sempre dimostrata incapace a garantire trasparenza e democrazia. Ad Atena Lucana è stato annullato seggio e voto”.

AFFLUENZA REGIONE CAMPANIA

Sono 40.000 i cittadini che hanno votato alle primarie del centrosinistra in Campania al primo rilevamento effettuato alle ore 12. Lo si apprende dal Pd regionale campano.

UFFICI COMUNALI APERTI A SALERNO

L’ufficio anagrafe del Comune di Salerno ha rilasciato duplicati di tessere elettorali. Vaccaro ha già presentato denuncia.

AFFLUENZA A SALERNO

All’Augusteo sono 300 i votanti alle ore 15,00; al Centro Sociale si sfioravano i 700 intorno alle 13,00; All’Arbostella circa 250 intorno alle 12,00; circa 300 votanti al Teatro Ghirelli alle 13,00.

I BIG AI SEGGI

Si sono presentati ai seggi delle primarie accompagnati tutti e tre dai figli: è la scelta comune che hanno fatto Andrea Cozzolino e Marco Di Lello, a Napoli, e Vincenzo De Luca, a Salerno. Il primo a votare, intorno alle 10:30, a Napoli, è stato Andrea Cozzolino, nel seggio di via Bonito, al Vomero. Cozzolino è entrato nel seggio con i suoi due ragazzi. Poco dopo, intorno alle 11, sempre a Napoli, in via Guglielmo Sanfelice, a votare è stato Marco Di Lello, socialista, accompagnato da suo figlio. Alle 11:20, a Salerno, al seggio numero 4 di via Carmine, ha votato Vincenzo De Luca, accompagnato da suoi due figli.

 

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->