Primarie Pd: a Battipaglia vince De Luca con 658 preferenze

Scritto da , 2 Marzo 2015
image_pdfimage_print

di Carmine LANDI

BATTIPAGLIA. Battipaglia è con Vincenzo De Luca. Nella città del Tusciano, infatti, l’ex-sindaco di Salerno ha ottenuto ben 658 preferenze; si è fermato a 207 voti, invece, l’eurodeputato Andrea Cozzolino; una fetta irrisoria di 10 crocette, poi, per il socialista Marco Di Lello; gli scrutatori dem, poi, hanno annullato due schede.

877 battipagliesi hanno varcato le soglie dei quattro seggi allestiti in città: nella prima cabina elettorale, in via Silvio Pellico, 227 voti sono andati all’ex-primo cittadino di Salerno, 57 al parlamentare europeo e una preferenza per il coordinatore nazionale del PSI; nel secondo seggio, nei garage dell’associazione “Il Quartiere”, a via Olevano, 202 preferenze se l’è aggiudicate De Luca e 58 Cozzolino; nella quarta cabina, collocata all’interno dell’hotel “Belvedere”, 135 preferenze per l’amministratore salernitano, 31 per il deputato di Strasburgo e 5 per Di Lello.

Singolare, invece, s’è rivelato il caso del terzo seggio elettorale, all’interno del centro congressi “San Luca”, dove Andrea Cozzolino aveva incontrato i suoi alla vigilia del voto, e dove i consensi ottenuti dall’europarlamentare si son rilevati sensibilmente più ampi: qui, infatti, il deputato di Strasburgo ha ottenuto 64 preferenze, riuscendo a oltrepassare la percentuale del 35%, pur non raggiungendo De Luca, che s’è aggiudicato 91 voti; 4 crocette per Di Lello.

Non sono riusciti, dunque, a scalfire il pacchetto voti dell’ex-primo cittadino di Salerno – che ha ottenuto una percentuale superiore al 75% – i democrat della minoranza battipagliese: Angelo Reggente e i suoi, infatti, avevano deciso nelle ultime ore di supportare Andrea Cozzolino. Il boccone più amaro l’ha dovuto ingoiare di certo Egidio Mirra, ex-consigliere comunale, che in città era stato lo sponsor principale dell’europarlamentare. Più soddisfatta, invece, la maggioranza: il segretario cittadino Davide Bruno, che, pur lasciando libertà di scelta ai suoi, aveva scelto di sostenere l’ex-sindaco del capoluogo salernitano. «Si tratta di un grandissimo risultato – ha dichiarato il coordinatore locale ai nostri taccuini – che dimostra come con un’organizzazione completamente nuova rispetto al passato si possa avere un’ottima partecipazione da parte del territorio».

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->