Prima uscita di “core ‘grato”

Scritto da , 12 febbraio 2017
image_pdfimage_print

Il salone dei marmi di Palazzo di Città gremito per il ritorno del Governatore De Luca che annuncia «In due anni riporteremo al primo posto in classifica la Regione Campania per in merito alla sanità pubblica». L’annuncio del Governatore si inserisce all’interno della presentazione delle dodici, su settantotto complessive in ambito regionale, farmacie assegnate al territorio della Provincia di Salerno, alla presenza del delegato alla sanità, Enrico Coscioni neo primario del reparto di cardiochirurgia del Ruggi d’Aragona, di Antonio Giordano direttore dell’Asl di Salerno, del Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, di Rita Aquino, direttrice del dipartimento della facoltà di farmacia dell’Università degli studi di Salerno e di Ugo Trama farmacista dirigente presso l’Asl Napoli 1 nonché dei rappresentanti di ogni provincia campana e della Federfarma Campania. Clima di grande festa alimentato dalla presenza dei settantotto vincitori del bando di gara per l’assegnazione delle farmacie, professionisti forgiati nel proprio territorio e che avranno la fortuna di rimanere a servizio del proprio territorio ai quali prossimamente si aggiungeranno altri duecento grazie ad un nuovo bando di gara straordinario. Durante la serata si è evidenziato l’importanza delle farmacie e delle figure del farmacista che devono essere un caposaldo sul territorio in quanto forniscono un primo ed essenziale servizio di consulenza che abbraccia tutti gli aspetti del settore, dai consigli sulle vaccinazione alla semplice misurazione della pressione. L’apertura di una farmacia equivale all’apertura del primo front office del sistema sanitario nazionale e locale, equivale a gratificate lo studio ed i sacrifici di professionisti che spesso vengono mortificati dall’assenza di posti di lavoro e costretti ad emigrare verso nuovi lidi di fortuna, equivale a fornire prestazioni migliori e maggiormente qualificate a tutti coloro che necessitano anche di una semplice aspirina. Nel caso di specie l’apertura di un totale da raggiungere nei prossimi mesi di trecento farmacie equivale a garantire circa duemila posti di lavoro. Immancabile la filippica del di ritorno Governatore Vincenzo De Luca che preannuncia battaglia all’immobilismo ed alla palude burocratica nella quale affonda la regione con maggior riguardo al settore sanità vittima di farraginosità e cattiva tendenza al contenzioso. Una vera e propria rivoluzione nei progetti di De Luca senior che si augura un veloce nuovo riparto del fondo conti delle Asl «sarà un lavoro di ripulitura senza guardare in faccia a nessuno» conclude l’ex Sindaco di Salerno, mentre secondo la graduatoria stilata, da lunedì 13 i settantotto vincitori di concorso potranno scegliere la sede in cui aprire la nuova attività assestando un potente gancio alla disoccupazione ed a tutti coloro che sottolineano come cattivi i servizi sanitai campani. Secondo il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, intervenuto – tra gli altri – all’evento, “la positiva conclusione dell’annosa vicenda del concorso 2009 permette di colmare una grave lacuna nel sistema regionale delle farmacie che aveva creato gravissimi problemi sia alla popolazione sia agli stessi professionisti del comparto”. ”Il ruolo e la funzione dei farmacisti e delle farmacie si è profondamente evoluto. Una farmacia non è un semplice negozio per la vendita e la distribuzione di farmaci, ma un vero e proprio presidio per la cura della salute nell’ambito della più ampia reti dei servizi sanitari ed assistenziali. Penso in particolare alle positive esperienze che le Farmacie Comunali di Salerno ma anche quelle private hanno messo in campo in questi ultimi anni per assecondare la crescente ed evoluta domanda di benessere dei cittadini”.

 

Adriano Rescigno 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->