PRIMA IL LITIGIO, POI IL VOLO DAL PONTE: TRAGEDIA A FURORE

Scritto da , 14 Novembre 2021
image_pdfimage_print

Un bigliettino d’addio dopo il litigio, poi  il viaggio in costiera Amalfitana e la scomparsa. Quindi il tuffo dal ponte di Furore, in Costiera Amalfitana per ll 24enne originario di San Valentino Torio Natale Martorelli. Un volo di oltre 30 metri, fino a mare. Il suo corpo è cercato in ogni angolo di specchio d’acqua del comune costiero. Probabile che la corrente l’abbia portato altrove, La vicenda di un banale litigio con la fidanzata assume i crismi della tragedia nel pomeriggio di venerdì quando Natale Martorelli, 24 anni, decide di farla finita lanciandosi dal ponte del Fiordo costiero con tanto di messaggio whatsapp sia ai genitori che alla fidanzata in seguito all’ultima discussione.   Ad accertare il compimento del gesto estremo i frame restituiti dalle telecamere di videosorveglianza pubbliche installate al Fiordo del comune di Furore.. Intorno alle 17 di venerdì, il giovane si è lanciato dal centro del ponte, finendo in mare dopo un volo di circa 30 metri. L’impatto con l’acqua sarà stato senza dubbio tremendo. La sua auto, una Lancia Y, è stata ritrovata parcheggiata lungo la Statale 163 Amalfitana nei pressi del Fiordo di Furore. A notarla sono stati i carabinieri della compagnia di Amalfi. Il suo smartphone rinvenuto poco distante, sul ciglio della strada, con accanto il suo cappellino. Attivate le ricerche, dalle 21 di venerdì, dopo la denuncia effettuata dai genitori e dalla stessa fidanzata, sono impegnati, con i carabinieri diretti dal capitano Umberto D’Angelantonio, i Vigili del Fuoco di Salerno con il nucleo speleo-alpino-fluviale (Saf), gli uomini del distaccamento di Maiori che hanno battuto sentieri interni, anche nel vicino comune di Praiano, con sommozzatori e i soccorritori acquatici del battello nautico di Salerno, oltre a una motovedetta della Capitaneria di Porto concentrati nelle ricerche in mare nello specchio d’acqua del Fiordo. A disposizione anche un’ambulanza del 118. Intorno alle 17 di ieri sono state sospese, con il sopraggiungere del buio, le ricerche di Natale Martorelli. I sommozzatori del Soccorso Subacqueo dei Vigili del Fuoco giunti da Napoli riprenderanno le attività di perlustrazione dei fondali già dall’alba di oggi. Le ricerche si sono concentrate sui fondali antistanti l’insenatura dopo che per tutta la mattinata gli elicotteri di Carabinieri e Vigili del Fuoco hanno sorvolato l’area senza risultati. Vana ogni ricerca a pelo d’acqua ad ampio raggio anche da parte della motovedetta della Capitaneria di Porto di Amalfi.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->