Premio internazionale Scuola Medica Salernitana, ieri la consegna delle statuine

Scritto da , 21 Novembre 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Alla presenza del vice sindaco Paky Memoli, sono state consegnate ieri mattina nel Salone dei Marmi del Comune di Salerno le “Lumen et Magister” la statuina ormai nota nel mondo e simbolo del Premio Internazionale Scuola Medica Salernitana. Il premio sostenuto, tra gli sponsor anche da Cle Italy, l’azienda Salernitana che distribuisce nel mondo prodotti della Dieta Mediterranea è stato organizzato dalla Nuova Scuola medica Salernitana.

A consegnare la statuina che rappresenta un medico dell’Antica Schola Medica Salernitana che porta in una mano il famoso Regimen Sanitatis ed in un’altra un’ampolla con la quale i Magister esaminavano l’urina per diagnosticare alcune patologie del corpo umano, è stato il Rettore dell’Università Popolare Nuova Scuola Medica Salernitana, il dottor Pio Vicinanza.

Tra i premiati il medico cardiologo, arabo di nascita e famiglia, italiano di formazione, il professor Abdallah Raweh, un cardiochirurgo di calibro e fama internazionale che opera stabilmente a Londra.

Ed ancora il professor Mario Capunzo, primo Preside della Facoltà di Medicina dell’Università di Salerno, il professor Paolo Ascierto, Direttore dell’Unità di Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell’Istituto nazionale per lo studio e la cura dei tumori presso la fondazione Giovanni Pascale di Napoli.

Il professore Francesco Saverio Faella Primario Emerito Ospedale Cotugno di Napoli, il Maestro Giuseppe Carabetta, pittore, la consigliera comunale e già assessore alla cultura Antonia Willburger, che da anni lavora per il riconoscimento da parte dell’Unesco come patrimonio immateriale della Scuola Medica Salernitana ed il maestro ceramista Lucio Ronca, presidente provinciale di Cna Salerno che ha ricevuto la Medaglie di Gran Croce di accademico della Scuola medica salernitana.

Spazio anche ai Premi per la Legalità, che sono andati all’avvocato Gian Ettore Gassani, esperto in Diritto di Famiglia, ed al Tenente Colonello dei Carabinieri Lorenzo Marinaccio. Infine è stato assegnato il Premio Trotula alla Giornalista RAI e di TV2000 Gabriella Facondo.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->