“Posizione di chiusura netta”, sciopero ad horas delle Rsu comunali

Scritto da , 15 novembre 2018
image_pdfimage_print

di Er.No.

Rappresentanze sindacali unitarie (Rsu) del Comune di Salerno in stato di agitazione. La decisione è stata presa dopo l’incontro con la parte pubblica tenutasi nella giornata di martedì in presenza della segretaria comunale Ornella Menna, il capo del personale nonché ragioniere capo Loris Scognamiglio, l’assessore al Bilancio Luigi della Greca e l’avvocato Nello Di Mauro in qualità di responsabile dell’ufficio legale di Palazzo di Città. A prendere parte alla mobilitazione indetta dalle sigle sindacali Cigl, Cisl, Uil e Csa con i rispettivi segretari Angelo Rispoli, Angelo De Angelis, Raffaele Vitale e Gerardo Bracciante, anche gli appartenenti alla polizia municipale.
Alla base della trattativa fallita il rinnovo del contratto collettivo decentrato integrativo (Ccd), piano per il lavoro e fondo salario accessorio anno 2018. Nell’ambito del rinnovo del contratto integrativo si era chiesto di stabilire una percentuale di dipendenti, come prevede il contratto nazionale, che devono concorrere per il passaggio negli scatti di anzianità, Peo (progressione economica orizzontale). A fronte di una richiesta delle organizzazioni sindacali di stabilire la stessa percentuale dello scorso anno, la controparte ha invece proposto una percentuale notevolmente più bassa, non tenendo conto dell’età avanzata dei dipendenti, di cui molti ormai prossimi alla pensione e anche perché al momento non era in grado di formulare un piano preciso per il lavoro né era in grado di dare risposte circa la proposta delle organizzazioni sindacali di aumentare le ore del personale della polizia municipale stagionale per le luci d’artista. Davanti a questa posizione di chiusura netta, le organizzazioni sindacali hanno interrotto la trattativa e hanno indetto ad horas lo stato di agitazione che si articolerà in due assemblee: la prima in programma per sabato e domenica per quanto riguarda la polizia municipale ed una generale che dovrebbe tenersi in settimana. A lanciare un appello al sindaco Napoli e a tutta la parte pubblica in generale, il segretario provinciale della Csa Fiadel Angelo Rispoli affinché vengano ripristinate relazioni sindacali certe, «affinché vi sia un nuovo incontro che contribuisca a ristabilire e rasserenare gli animi per entrare nel merito della vertenza, senza prese di posizione di principio, sapendo uno scontro non solo danneggerebbe i lavoratori ma anche l’utenza», ha infatti dichiarato Rispoli.
(er.no)

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->