Porta Ovest, attacco alle Autostrade. Accuse di Annunziata

Scritto da , 19 aprile 2016
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Andrea Annunziata proprio non ci sta e punta il dito contro la Società autostrade. Il presidente dell’Autorità Portuale di Salerno, nel corso di un convegno promosso dall’ordine degli architetti di Salerno, avrebbe affrontato il caso Porta Ovest, l’opera pubblica in parte sequestrata per verifiche tecniche all’interno delle mega gallerie in costruzioni che dovranno collegare la zona portuale allo svincolo autostradale. E lo stop forzato dell’opera (più volte è finita sotto sequestro negli ultimi mesi) a quanto pare nasce da una segnalazione della Società autostrade. Tra l’altro, proprio Cronache – all’atto del primo provvedimento cautelare – aveva pubblicato il parere contrario all’opera espresso proprio dalle Autostrade rispetto al progetto dell’Autorità Portuale di Salerno. Ad oggi ci sarebbe un problema di messa in sicurezza del già compromesso costone roccioso che sovrasta il viadotto Gatto. Proprio Annunziata nell’ambito del convegno avrebbe sbottato: «La società autostrade utilizzi l’incasso del pedaggio per la messa in sicurezza». Una risposta, indiretta, alla stessa società Autostrade che avrebbe chiesto all’Autorità Portuale garanzie rispetto ad eventuali danni provocati alla rete di competenze. Tradotto, a quanto pare la società avrebbe richiesto la stipula di una assicurazione al fine di consentire il prosieguo delle gallerie. Assicurazione che, secondo indiscrezioni, sarebbe abbastanza complessa da stipulare. Dunque, in mezzo ai già numerosi problemi legati al cantiere di via Ligea, primo tra tutti la gestione commissariale della Tecnis, dopo le varie bufere giudiziarie che hanno colpito la società siciliana, ci sarebbero le richieste avanzate dalle Autostrade. D’altronde sono numerosi i pareri tecnici e non sulla fragilità del costone. Basti pensare che per due anni, lungo la strada che collega Salerno a Vietri sul Mare, si sono contati pesanti smottamenti. Al punto che per mesi l’importante arteria di collegamento è stata inibita completamente al transito veicolare. Ed anche su questo la Procura della Repubblica di Salerno aveva aperto un’inchiesta.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->