Pontecagnano: via libera al preliminare di PUC

Scritto da , 31 luglio 2015

di Arianna BRUNO

PONTECAGNANO FAIANO. Via libera della giunta alla proposta preliminare per il Piano Urbanistico Comunale. Il provvedimento, deliberato nella giornata di mercoledì, sarà presentato questa mattina a Palazzo di Città. Il Puc, stando alla bozza, andrà ad intervenire sul litorale e sulle aree dell’entroterra, in particolare su quelle vicine alla strada provinciale Aversana, attraverso «la realizzazione di una viabilità di servizio alle spalle degli insediamenti litoranei che consenta di eliminare i flussi di traffico» e «l’adeguamento delle strade provinciali di collegamento tra la sp175 e l’Aversana». A ciò si aggiungono anche  l’eliminazione dei passaggi a livello, che saranno sostituiti da sottopassi, e l’individuazione dei luoghi per la realizzazione delle nuove stazioni della metropolitana di Salerno a servizio del quartiere Sant’Antonio e dell’ aeroporto. Proprio in relazione allo scalo, il Puc prevede anche il completamento del collegamento con lo svincolo autostradale di Pontecagnano. Importanti provvedimenti anche in termini di turismo: rilevanti sono quelli relativi alla bonifica delle acque del litorale (quest’anno risultate inagibili poiché particolarmente inquinate) e alla riqualificazione degli arenili della fascia costiera. Per quanto riguarda, invece, il turismo culturale, sarà posta particolare attenzione sulle aree archeologiche, in primis sul Museo Archeologico Nazionale «Gli Etruschi di Frontiera», con la realizzazione di un’area nei pressi della struttura per la sosta degli autobus scolastici. Ultimi, ma non meno importanti, gli interventi relativi agli edifici dismessi e degradati, per i quali è previsto l’abbattimento per la costruzione di spazi pubblici. «Entro settembre – annuncia il primo cittadino, Ernesto Sica- incontrerò il sindaco di Salerno, Enzo Napoli, per condividere e rafforzare un percorso di pianificazione urbanistica nell’area a confine tra i due territori, con particolare riferimento alla fascia costiera e al suo sviluppo».

Consiglia