Polizza scoppio incendio obbligatoria e polizze protezione mutuo, le differenze

Scritto da , 24 Luglio 2019
image_pdfimage_print

In questo articolo, si cerca di dare una mano a chi sta per avviare le pratiche per accendere un mutuo e si domanda quale sia la differenza tra una polizza incendio e scoppio obbligatoria (per avere dei preventivi e scegliere la migliore soluzione clicca qui) e una polizza protezione mutuo. Quando si deve acquistare casa sono tanti i problemi e le incombenze a cui si deve far fronte. Per non parlare delle scartoffie e degli iter burocratici da dover seguire, un vero e proprio marasma di doveri, scadenze, contratti da leggere attentamente che richiedono una certa dose di preparazione. Per evitare brutte sorprese è bene informarsi su diritti e doveri, per cui, senza dilungarsi oltre, vediamo ciò che conta sapere nel caso delle polizze legate all’accensione di un mutuo.

Polizza incendio e scoppio obbligatoria

Solitamente nella richiesta di un mutuo, la banca o l’istituto creditore impone la copertura assicurativa contro lo scoppio e l’incendio come prassi obbligatoria per poter accettare suddetta richiesta e procedere quindi con i passi successivi legati all’erogazione del mutuo. L’assicurazione incendio e scoppio è richiesta obbligatoriamente in quanto il bene, ossia l’immobile, deve essere protetto da possibili incidenti che ne potrebbero compromettere il valore di mercato o di costruzione.

Solitamente all’accensione di un mutuo, la casa viene ipotecata come garanzia del prestito effettuato dalla banca o dall’istituto creditore, i quali schermano i danni provocati dal verificarsi di eventi spiacevoli con la polizza incendio mutui, che viene a essere quindi una sorta di atto di prevenzione contro una possibile perdita di capitale.

L’assicurazione incendio casa interviene in quei casi in cui un fatto accidentale e non prevedibile, non dovuto quindi a incuria da parte dell’inquilino/proprietario dell’immobile, provochi un qualche danno all’immobile. La somma del risarcimento copre infatti in modo totale o parziale il valore dell’immobile o può essere utilizzata per riparare la casa colpita dallo sfortunato evento.

La banca o l’istituto creditore può presentare dei preventivi di polizza incendio e scoppio di almeno due diverse compagnie di assicurazione, ma non può obbligare in alcun modo il consumatore a decidere per una delle due proposte. Il contraente del mutuo può infatti liberamente scegliere per un’altra offerta di polizza incendio mutui, purché questa rispetti i parametri imposti dalla banca/istituto creditore. Questo tipo di assicurazione è l’unica che si è tenuti obbligatoriamente ad acquistare per legge.

Le polizze protezione mutuo

Questa seconda categoria di polizze che vengono proposte all’accensione di un mutuo, è bene precisarlo fin da subito, non sono obbligatorie ma assolutamente facoltative. Ciò vuol dire che acquistare una polizza che rientra fra quelle cosiddette “protezione mutuo” è una decisione che ricade totalmente sul contraente del mutuo, senza alcun obbligo di sottoscrizione.

Questi tipi di assicurazioni servono a proteggere il contraente del mutuo da eventi quali il decesso, la malattia o la perdita del lavoro. In questi casi infatti l’intestatario del prestito non può continuare a pagare le rate concordate. Nel caso in cui si avesse acquistato una polizza protezione mutuo (facile ora intuirne il nome), il risarcimento elargito dalla compagnia assicuratrice serve a far fronte alla cifra che deve essere ancora coperta del mutuo così da non perdere, al contempo, i soldi già investiti.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->