Politici dell’Agro in fuga dall’Udc

Scritto da , 27 luglio 2015
image_pdfimage_print

Fuga in massa di consiglieri, sindaco, assessori e dirigenti dell’Agro dell’Udc dal partito di Cesa.
«Questo perché- dicono i dissidenti – i vertici del nostro partito Ciriaco De Mita ed il segretario provinciale Luigi Cobellis mortificano il nostro territorio a favore del Cilento. E’ già successo 5 anni fa quando a sorpresa De Mita scaricò Salvatore Arena, ex consigliere regionale per portare a Palazzo Santa Lucia, il suo fedelissimo Luigi Cobellis. Ora la storia si è ripetuta De Mita e Cobellis si sono venuti a prendere i voti del nostro territorio di Crescenzo, D’Alessio e Carmela Navarra e poi hanno fatto eleggere il sindaco di Novi Velia, Maria Ricchiuti (che non risponde nemmeno alle nostre telefonate) paesino di meno di duemila abitantti. E’ una vergogna e per questo prenderemo altre strade».
A gettare benzina sul fuoco è il presidente provinciale Vincenzo Inverso. «Se questi amici hanno deciso- dice Inverso -di prendere altre strade e di abbandonarci hanno le loro giuste motivazioni dettate dalle scelte sbagliate fatte a livello locale dai dirigenti provinciali, regionali e nazionali del nostro partito che ci hanno portato a perdere il sindaco ad Angri ed avere percentuali da prefisso telefonico in tutti i comuni dove si votato per le amministrative. A loro tutta la mia solidarietà».
Promotori di questa fuga in massa dall’Udc dall’Agro sono due ex consiglieri comunali e provinciali di Nocera Inferiore che in questi giorni hanno incontrato consiglieri, assessori, sindaci ed iscritti dell’Udc nell’Agro ricevendo il massimo appoggio alla loro iniziativa.
Sarebbero  pronti a portare avanti questo progetto l’ex assessore di Castel San Giorgio Arturo Rapido, tra l’altro parente dello stesso Cobellis, l’ex sindaco e attuale consigliere comunale di minoranza Roberto Marrazzo, il sindaco di Siano Sabatino Tenore, vicepresidente della Provincia, diversi consiglieri comunali di Angri, tra cui pare lo stesso ex sindaco Pasquale Mauri. l’assessore di Bracigliano Linda Corvino, diversi dirigenti di Nocera Superiore, Roccapiemonte, e Nocera Inferiore. Pronto ad aderire al progetto anche Alfonso Di Massa ex assessore a Scafati ed attuale segretario cittadino.
I dissidenti al momento sono indecisi se seguire all’interno dell’Udc Inverso, oppure avviare percorsi alternativi come “Noi per Salvini”, oppure Italia Futura dell’ex ministro Corrado Passera e per questo nei prossimi giorni incontreranno i responsabili provinciali di questi movimenti ossia Mariano Falcone e Aniello Forino.
Marco Saggese

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->