Politici convocati in Procura, al centro dell’interesse del Pm Senatore i rapporti tra Sica e Giovanni Attanasio

Scritto da , 26 aprile 2017
tribunale-salerno

Pina Ferro

Gli occhi della Procura di Salerno ancora puntati sul territorio di Pontecagnano – Faiano. Sotto osservazione gli intrecci politici ed imprenditoriali che già da qualche mese sono oggetto di inchieste su più fronti. Nei giorni scorsi, il pubblico ministero Vincenzo Senatore ha convocato in Procura alcuni soggetti, politici e non, per ascoltarli. Il magistrato fosse soprattutto interessato ai rapporti tra il sindaco Ernesto Sica con l’ imprendotore di Pontecagnano, Giovanni Attanasio, noto per avere messo in piedi numerose agenzie interinali di laoro e per il suo interessamento a partecipare alla realizzazione della metropolitana in Danimarca. Al momento sull’inchiesta vige il massimo riserbo anche se, pare, che ora mai sia giunta in dirittura d’arrivo. Infatti, le acquisizioni del magistrato seguono di alcune settimane le risultanze dell’indagine effettuata dalle fiamme gialle. L’inchiesta in questione è quella che vedrebbe coinvolto il sindaco di Pontecagnano, il titolare dei Bagni Savoia e l’imprenditore Giovanni Attanasio.

Al momento, sembra che l’attenzione della Procura sia incentrata solamente sull’imprenditore e sui rapporti che lo stessa aveva con alcuni dei politici convocati. Giovanni Attanasio, imprenditore di Pontecagnano Faiano con un ingente patrimonio costituito da immobili, partecipazioni societarie società cooperative e rapporti bancari. Gran parte del patrimonio di Attanasio è intestato a terze persone che, come dei soldatini, eseguono le sue direttive. Il patrimonio di Giovanni Attanasio è in continua evoluzione attraverso la creazione e cessazione di imprese intestate sempre a terzi soggetti, suoi presta- nomi. Tra gli investimenti imminenti che l’imprenditore picentino aveva in mente di fare vi era quello di acquisire un capannone ubicato a Pero, in provincia di Milano, do- tato di un costoso impianto foto- voltaicodi proprietà della Stemas srl. L’investimento, che doveva es- sere effettuato attraverso la Natana.doc spa, aveva un valore di oltre 4.000.000 di euro. La Na- tana.doc è una delle docietà riconducibile appunto a Giovanni Attanasio e il cui capitale sociale pari a 1.100.000 è intestato alle figlie, alla Calenda srl e a Mattea La Rocca.

Consiglia