Pokerissimo Salernitana: C1 siamo

Scritto da , 13 Aprile 2013
image_pdfimage_print

E ora non resta che attendere il risultato di Chieti-VigorLamezia. Oggi pomeriggio la Salernitana saprà se potrà già festeggiare la matematica promozione in Prima Divisione con ben quattro giornate d’anticipo. Basta che il Chieti non vinca e si potrà strappare lo champagne. Intanto la squadra granata ha fatto in pieno il suo dovere, come previsto. La vittoria contro il Fondi era a dir poco scontata. La squadra laziale allenata dall’ex Fratena con tanti giovani in campo trainati dai più esperti Giannusa, Cirina e Guidone ha provato a opporsi ma c’è stato poco da fare. Troppo netta la differenza. Perrone per la prima volta in questa stagione ha confermato la medesima formazione della gara contro il Melfi. Un segnale alla squadra, un modo per dire di non sottovalutare la partita sebbene di fronte ci fosse un avversario reduce da cinque sconfitte consecutive, già matematicamente retrocesso e sommerso di gol nell’ultimo turno anche dall’Arzanese. E la squadra granata in campo non ha sottovalutato l’impegno, anzi ha fatto in modo di archiviare, anche per evitare complicazioni, con il caldo e la stanchezza in agguato, la pratica. Dopo un’occasione sbagliata da Guazzo, ci ha pensato Ginestra con una doppietta in dieci minuti, al 9’ su punizione e al 19’ di testa, a mettere in discesa la partita. Due reti che portano Ginestra a quota sedici nella classifica cannonieri, a soli quattro gol Sempre nel primo tempo Ginestra prima e Guazzo poi hanno sfiorato anche la terza rete. Poi piano piano la Salernitana, perso Mancini per un problema muscolare sul finire della prima frazione, ha abbassato il ritmo consentendo al Fondi di prendere entusiasmo e di sfiorare più volte il gol. Bravo Dazzi in un paio di occasioni nel primo tempo e poi a deviare sulla traversa un tiro di Romano, ex Sud Tirol che ha iniziato la stagione con l’Ischia di Campilongo. Gol che poi è arrivato nel finale. E’ proprio Romano, calciatore seguito in passato dalla Salernitana in sede di mercato, al 75’ a segnare il meritato gol della bandiera per i padroni di casa. Ma la Salernitana, con Chirieletti e Adeleke in campo per Tuia e Ginestra, aveva già messo in ghiaccio il risultato. Prima al 63’ su angolo di Mounard con un colpo di testa di Molinari e poi con Guazzo al 68’ che, dopo aver provato in tutti i modi, sbagliando anche tanto, su assist di Ginestra trova il gol superando il portiere. Sul finire arriva anche il quinto gol grazie ad un’autorete di Marotta. Al novantesimo esplode la festa dei giocatori granata e degli oltre 1300 tifosi arrivati da Salerno. Un primo anticipo di festeggiamenti che potrebbero poi proseguire oggi pomeriggio alle 16.45, minuto più minuto meno, al termine di Chieti-Lamezia per una promozione alla radio. In alto i cori e le bandiere per la Salernitana di Carlo Perrone. Che sia oggi o domenica prossima, poco importa. Ormai è fatta: la Salernitana dopo due anni d’inferno ritorna in Prima Divisione.

FONDI-SALERNITANA 1-5

FONDI: Gasparri; Palumbo, Cirina, Marotta, Pacini (73’ Mancini); Di Vito, Tamasi (54’ Fava), Giannusa (46’ Romano); Paganini, Guidone, Bernasconi. A disp: Cacchioli, Finizza, Rizzo, Bezziccheri. All: Fratena

SALERNITANA (4-3-1-2): Dazzi; Luciani, Molinari, Tuia (69’ Chirieletti), Piva; Montervino. Perpetuini, Mancini (38’ Capua); Mounard; Ginestra (71’ Adeleke), Guazzo. A disposizione: Garino, Giubilato, Zampa, Gustavo. All. Perrone

ARBITRO: signor Di Martino di Teramo (Raspollini-Orlando)

MARCATORI: 9’, 19’ Ginestra, 63’ Molinari, 68’ Guazzo, 75’ Romano (F), 87’ autorete di Marotta

NOTE: Spettatori presenti 1500 circa, 1300 dei quali provenienti da Salerno Incasso non comunicato. Ammoniti: Tamasi (F) e Romano (F). Calci d’angolo 2-10 per la Salernitana. Recupero: 1’ pt 2’ st

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->