Pochi soldi per rifare l’Arechi

Scritto da , 11 aprile 2017

 

di Brigida Vicinanza

L’Arechi si fa “bello” per le Universiadi e il progetto di restyling entra nel vivo. A discuterne ieri in Commissione Urbanistica insieme all’assessore allo sport Angelo Caramanno, il consigliere Rocco Galdi, che ha relazionato ed esposto a tutti i consiglieri comunali all’interno della seduta tutti gli interventi che saranno completati entro la fine del 2018. Interventi che sono risultati necessari a seguito dei sopralluoghi effettuati, pre-Universiadi. Lo stadio Arechi infatti rientra negli impianti sportivi finanziati dalla Regione Campania e che saranno protagonisti dell’evento del 2019. Dal Comune di Salerno però a quanto pare si sta “spingendo” per raddoppiare i fondi. Dunque l’Arechi con soli 2 milioni di euro non potrà effettuare i lavori utili e previsti dalle normative per gli eventi sportivi “nazionali”. Circa 4 milioni di euro potrebbero fare al caso della struttura di via Allende. Dopo i sopralluoghi dunque, i lavori che dovranno essere fatti comprendono tutto l’impianto sportivo. A partire dai sediolini dei settori, che sempre secondo la normativa devono essere presenti sia nelle tribune, che nel settore distinti ma anche nelle due curve, sia nella parte inferiore che superiore e con lo schienale. Interventi anche sui copriferro per la parti di intonaco. Rifacimento anche dell’impianto di illuminazione in quanto in alcune zone del campo la luce risulta a bassa intensità. Novità anche per la tribuna stampa nella quale verrà fatta una impermeabilizzazione e 4 nuovi box di cui due destinati alle Forze dell’ordine, in più scrivanie e sedie del tutto nuove per rendere l’ambiente più accogliente e funzionale. Nuova “vita” anche per i bagni dell’Arechi, che saranno completamente rifatti in tutti i settori. All’interno della Commissione urbanistica dunque il consigliere Galdi ha presentato tutti gli interventi, non facendo mancare il riferimento alla necessità di avere un tabellone luminoso che dovrà “sorgere” all’interno dello stadio. Per averne uno fisso però a Salerno bisognerà attendere, mentre per le Universiadi il tabellone sarà appositamente affitato e gestito dallo stesso Comune di Salerno che, a quanto pare, pagherà il “fitto” con i proventi di chi “comprerà” a sua volta gli spazi pubblicitari da far “passare” negli intervalli e nelle pause. Insomma, il progetto di restyling è ben definito e le idee sono chiare soprattutto dopo i sopralluoghi effettuati e dopo aver chiarito le “mancanze” da colmare per soddisfare le normative Figc, ora si attende per capire se dalla Regione Campania, il fondo destinato all’impianto sportivo salernitano potrà essere raddoppiato e quindi passare da 2 milioni di euro a 4 milioni.

 

Consiglia