Pochi fondi, suore costrette a dire addio al convento

Scritto da , 12 Dicembre 2018
image_pdfimage_print

di Mario Marrone

Le suore Francescane Adoratrici dellaCroce dicono addio a Camerota. Per ragioni legate a motivi prettamente economico finanziarie, le suore Francescane Adoratrici della Croce, su disposizione dei vertici religiosi, devono lasciare la città della costa cilentana e rientrare alla Casa Madre. Le entrate derivanti dai proventi ricavati con la scuola materna che le religiose portano avanti con passione e dedizione, non garantiscono a so del Convento dei Cappuccini tra le cui mura sono ospitate. Spese di manutenzione ordinaria e straordinaria, elevate che, con il solo introito delle rette dell’asilo, certamente non è immaginabile che possano essere sostenute se non interviene qualche aiuto da parte delle Istituzioni. Appena la popolazione è venuta a conoscenza di questa decisione, si è mobilitata ed al grido di “ Adottiamo le nostre suore per Natale e salviamo il nostro convento” si sono dati appuntamento per oggi presso un noto locale della zona per decidere le iniziative da intraprendere per evitare l’avverarsi di una situazione non gradita da nessuno. Bisogna evitare che le suore lascino Camerota dove sono certamente un riferimento per la comunità civile. Tanti bambini, oggi adulti, hanno frequentato lal loro scuola.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->