Pochi acquisti: le card del Comune non riscuotono successo

Scritto da , 24 Aprile 2013
image_pdfimage_print

I commercianti salernitani sono favorevoli alle iniziative della “Family Card” e della “Wellcome Card” pur non avendo avuto ancora il riscontro economico sperato. La Family Card è una carta vantaggi del circuito “Salerno Wellcome Card” emessa in collaborazione con il Comune di Salerno e il forum delle associazioni familiari della provincia di Salerno. Questa card prevede benefici e agevolazioni per famiglie numerose, anziani e invalidi. Accanto a questa sono state promosse la Wellcome card e la Gift Card. La prima è rivolta a tutti i consumatori e prevede sconti e possibilità di partecipare a raccolte punti. La seconda è rivolta ai turisti che possono beneficiare di sconti nei negozi convenzionati. I commercianti salernitani che hanno aderito a queste iniziative si dicono, nel complesso, favorevoli e lodano l’idea alla base delle stesse. Tuttavia il riscontro economico non è stato ancora quello auspicato, sono ancora poche le persone che utilizzano queste carte e i commercianti che hanno aderito al circuito. E’ soprattutto la family card a non avere ancora dato incrementi delle vendite, mentre la welcome card sembra aver riscosso un buon successo, seppur ancora lontano da quanto previsto. In particolare, i commercianti individuano le motivazioni di questo scarso appeal tra i consumatori nella mancanza di una campagna pubblicitaria adeguata e nello scarso numero di esercizi che sono entrati a far parte del circuito.
L’assessore all’annona, Franco Picarone si è detto soddisfatto del favore riscontrato nei commercianti aderenti all’iniziativa: “E’ confortante che i commercianti vedano favorevolmente l’iniziativa. Noi l’avevamo pensata con una doppia valenza, una commerciale alla base della ‘Wellcome card’, e una sociale per la quale è nata la ‘Family card’. Probabilmente è presto per vedere dei risultati economici, ma il fatto che gli esercizi aderenti credano in quest’iniziativa è un segnale positivo indispensabile”. Nonostante il gap tra l’utilizzo delle due carte, Picarone si dice fiducioso: “Ci aspettavamo che all’inizio la ‘Wellcome card’ potesse avere maggiore successo della ‘Family card’ ma il buon riscontro di questa deve fare da traino anche alla ‘Family card’. Quest’ultima, infatti, è più importante poiché può dare un aiuto concreto a chi ne ha bisogno. Inoltre non dimentichiamo la Gift card che potrebbe incrementare il turismo nella nostra città”. Picarone smentisce, poi, le accuse di una promozione insufficiente dell’iniziativa: “Non è vero, l’abbiamo pubblicizzata in maniera importante e più che adeguata attraverso degli stand, dei gazebo, le televisioni e i giornali. Perché abbiamo coinvolto anche la grande distribuzione? Perché senza di loro non avevamo un numero sufficiente di esercizi commerciali aderenti. Per garantire i benefici previsti dalle nostre carte abbiamo deciso di coinvolgere anche la grande distribuzione. Speriamo che questa possa garantire una maggiore popolarità alle carte, in questo modo ci sarebbero benefici anche per i piccoli esercizi.” A breve si potrà avere un riscontro ufficiale : Nei prossimi giorni ci riuniremo con le varie associazioni per avere un primo bilancio”.

 

24 aprile 2013

 
Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->