Plaitano non è un camorrista

Scritto da , 18 gennaio 2017

Pina Ferro

 

Francesco Plaitano non è un camorrista. Ieri la fine di un incubo. I giudici della seconda sezione penale hanno hanno assolto il carrozziere ed ex consigliere comunale di San Mango Piemonte, difeso da Carmine Pepe perche il fatto non sussiste. Per Fabio Della Notte, difeso da Bianca de Concilio è stato decretato il non doversi procedere per intervenuta prescrizione del reato. Il collegio giudicante ha accolto la richiesta del pubblico Ministero Colamonici.
Francesco Plaitano fu arrestato nel 2008 nell’ambito del blitz “Nerone” posto in atto dalla Dda e che portò allo smantellamento un’organizzazione camorristica guidata, secondo l’accusa, dal boss Raffaele Viviani. Plaitano, all’epoca candidato sindaco al comune di San Mango Piemonte per la lista “Impegno e Lavoro”, finì in carcere con la pesante accusa di associazione camorristica. Successivamente fu scarcerato perché non sussistevano più le esigenze cautelari.

Consiglia