Picchiò la moglie, condannato Caramico

Scritto da , 6 settembre 2017

Pina Ferro

Picchiò e minacciò la moglie con una pistola,condannato a due anni il commerciante Gaetano Caramico. La sentenza è arrivata ieri dal Giudice per le udiecze preliminari del Tribunale di Salerno dinanzi al quale è stato celebrato il rito dell’abbreviato. Il commerciante, difeso da Agostino De Caro, nello scorso mese di aprile era stato ammanettato dai carabinieri di Mercatello. Successivamente il Gip convalidò l’arresto in carcere. Nell’aggredire la moglie Caramico, le procurò alcune lesioni alla gabbia toracica. Un vero e proprio incubo per la donna minacciata anche con una pistola regolarmente detenuta dal marito. L’arma fu sequestrata carabinieri di Mercatello, guidati dal Luogo- tenente Giacomo Lo Cascio. L’uomo spesso aggrediva la compagna e la malmenava. Nei giorni precedenti all’arresto la situazione è degenerata, pare che il commerciante salernitano si sia avventato sulla donna e l’abbia picchiata. Inutile ogni tentativo di difesa della vittima la quale, pare abbia anche dovuto vivere il terrore di vedersi puntare contro una pistola. Non è da escludre che proprio questo episodio abbia dato la forza alla donna di comporre il numero dei carabinieri e denunciare quanto stava su- bendo oramai da tempo. I militari dell’Arma sono intervenuti presso l’abitazione della coppia e bloccato il commerciante. Ieri la condanna a due anni per il commerciante salernitano.

Consiglia