Piazza San Francesco ricettacolo di rifiuti

Piazza San Francesco, da sempre simbolo per i salernitani e non solo, ridotto a ricettacolo di rifiuti e ritrovo per stranieri che non solo non hanno cura del bene comune ma che troppo spesso utilizzano come bagno pubblico sotto gli occhi di decine di persone. E’ quanto accaduto qualche sera fa, La testimone oculare della scena è stata una salernitana che si trovava su una panchina in cerca di frescura. La salernitana, si è ritrovata a dover assistere alla minzione di uno straniero. Ma non è rimasta inerme e sfidando la paura ha affrontato l’uomo, sui 35anni, avvicinandolo e rimproverandolo per quanto aveva appena fatto. Nell’occasione la donna ha anche ricordato allo straniero che non era affatto la prima volta che lo sorprendeva a fare i propri bisogni su un bene pubblico e comunque in un luogo aperto e sotto gli occhi di tutti. Lo straniero si è limitato a chiedere scusa e a voltare le spalle e andare via, quasi a voler semplicemente zittire la donna. La piazza a quell’ora (erano le 20,30 circa) era piena di persone ma nessuno è intervenuto a sostegno della tesi della salernitana. Non è la prima volta che Piazza San Francesco diventa territorio di stranieri senza regole e senza pudore. Oramai non si contano più le volte che i componenti il Comitato di Quartiere hanno sottoposto tali problematiche a chi di competenza presso il Comune di Salerno. Fino ad oggi le istanze sono rimaste senza risposta e senza che abbia fatto seguito nessun intervento concreto. La donna che ha affrontato lo straniero ha sottolineato che talvolta l’area è sprovvista anche di divise che comunque, fungerebbero da deterrente. Nulla. E così si continua ad assistere a degrado, liti, alla presenza di ubriachi, Insomma, il simbolo di Salerno, da spazio verde pronto ad accogliere bambini, anziani e non solo diventa sempre più spesso territorio di stranieri indisciplinati e inosservanti delle basilari regole del vivere civile. E’ tempo di intervenire e mettere un freno ad una situazione poco dignitosa e che crea non poco disagio ai salernitani che trascorrono qualche ora di relax in tale spazio.