Piazza della Libertà, la Tekton porta il Comune in Tribunale

Scritto da , 9 ottobre 2015

Piazza della Libertà è la voce che più compare nei capitoli affidati a Luca Caselli. Ma oltre all’ormai note cifre, è previsto anche uno stanziamento per l’acquisizione delle aree dove sorge la mezza piazza di Santa Teresa. Un milione e cento iscritti nel bilancio di previsione e trasferiti, dunque, al responsabile del settore Caselli. Ma ancora, al di là dei 14 milioni di euro che arriveranno dalla Regione Campania, per Piazza della Libertà ci sono anche altri capitoli di spesa. Uno da 3 milioni e 300mila euro per l’intervento di completamento; un altro da un milione e due per il II lotto. Ulteriore capitolo, poi, da 3 milioni e 400mila euro con la dicitura secca “Piazza della Libertà”. Altro milione di euro si trova poi in mano a Giovanni Micillo, dirigente opere e lavori pubblici. Intanto, restando in tema di piazza e di soldi, il Consorzio Tekton (primo aggiudicatario dell’appalto per la realizzazione dell’opera pubblica) ha trascinato in Tribunale il Comune di Salerno, contro la “risoluzione del contratto”, con tanto di richiesta di risarcimento danni. L’udienza si terrà il prossimo 14 dicembre. A curare gli interessi del Comune sarà l’avvocato Matteo Baldi, con una parcella da 35mila euro.

(andpell)

Consiglia

1 Commento

  1. Rita

    10 ottobre 2015 at 11:58

    A quando il comissariamento del comune, attendo fiduciosa che li portino tutti a Fuorni compreso De Luca e gli “amici” che si è portato a Napoli!
    Grande Crozza, ha centrato in pieno la verità su De Luca, hanno voglia di offendersi i deluchiani!