Pestarono un commerciante per rubare un Picasso, condannati

Scritto da , 19 gennaio 2017
image_pdfimage_print

Pina Ferro

Entrano in un’abitazione di pontecagnano per trafugare un Picasso e terrorizzano il proprietario, un commerciante di Pontecagnano. In sette a giudizio con l’accusa di rapina pluriaggravata e sequestro di persona. Ieri il gup Indinnimeo ha condannato a 2 anni e 8 mesi il battipagliesi Giacomo Turi, 44 anni (difeso da Michele Sarno), a 2 anni Domenico Procida, 32 anni, a 2 anni e 8 mesi Domenico Anzalone, 34 anni, a 2 anni Ettore Olmeo, 52 anni di Eboli, a 2 anni Mario Longo, 51 anni, di Giffoni Valle Piana, a 1 anno e 4 mesi Sabato Turi, 44 anni. L’elenco si completa con la badante ucraina Alessandra Kostriukova, 31 anni, domiciliata a Giffoni Valle Piana la quale ha scelto il rito ordinario e comparirà dinanzi ai giudici il prossimo 17 maggio. Il colpo fu messo a segno nel maggio del 2016. I malviventi dopo essere entrati in casa pestarono a sangue il proprietario perché non volle rilevare ai malviventi quale quadro della sua collezione era di Picasso.
Inutili furono le spiegazioni del commerciante che non c’erano quadri preziosi. I rapinatori quando capirono che non c’era modo di rubare la tela, fuggirono via a bordo della lancia Ypsilon della vittima, portandosi dietro un cellulare e 400 euro. Gli esecutori (difesi dagli avvocati Paolo Riccardi e Pietro Di Stefano) furono arrestati poco dopo dai carabinieri della compagnia di Battipaglia. Gli altri difensori sono Stenio Bove, Bruno Pecci e Stefania Pierro. A far scoprire la rapina fu Giacomo Turi, sorpreso dai carabinieri con indosso ancora la tuta da cantiere. I militari dell’Arma si insospettirono dell’orario, ben lontano da quello canonico di inizio lavoro. Nell’auto di Turi spuntarono la mazza da baseball, il machete, il cellulare rubato e altri oggetti idonei al travisamento. L’auto della vittima, invece, era stata nascosta nel parcheggio di un condominio di Battipaglia, non lontano dall’abitazione di uno dei tre arrestati.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->