Perrone pensa al 4-3-1-2. Febbre per Piva e Molinari

Scritto da , 12 febbraio 2013
image_pdfimage_print

 Fuori Tuia e Gustavo, dentro Zampa e Guazzo: dovrebbero essere sostanzialmente queste le due novità di formazione che Carlo Perrone riserverà nel match di domenica prossima contro la Vigor Lamezia. Due cambi che cambieranno però anche il modo di giocare di una Salernitana sempre più camaleontica. Se infatti l’avvicendamento tra Gustavo e Guazzo non comporterà particolari stravolgimenti, quello tra Tuia e Zampa prevederà un cambio di modulo. Dal 3-5-2 molto elastico visto a Foligno, la squadra granata tornerà a giocare con il 4-3-1-2. David Mounard cambierà ancora una volta ruolo: da interno di centrocampo, il francese avanzerà di qualche metro, posizionandosi più al centro esattamente alle spalle del duo d’attacco Ginestra-Guazzo che per l’occasione tornerà a comporsi. Intanto ieri la Salernitana ha ripreso nel pomeriggio sul manto sintetico del Rocco di Campagna. Inizialmente la ripresa si sarebbe dovuta svolgere ad Eboli, ma il campio di programma si è reso necessario per le  avverse condizioni climatiche. Il gruppo ha aperto la prima seduta di allenamento della settimana effettuando riscaldamento ed esercizi per la mobilità articolare. A seguire la squadra ha svolto una partita a tre tocchi da due tempi di 15’. Molinari e Piva non hanno preso parte alla seduta di allenamento a causa di sintomi influenzali. Gli allenamenti della truppa granata riprenderanno oggi alle ore 10,30 presso il Centro Sportivo Terzo Tempo di San Mango Piemonte. La seduta si svolgerà a porte chiuse. Il ritorno al 4-3-1-2 comporterà, come detto, l’esclusione di Tuia e Gustavo. Due elementi che, ogni volta sono stati chiamati in causa, hanno rispoto in maniera molto convincente. Soprattutto il difensore romano è reduce da tre prestazioni davvero buone contro Aversa Normanna (subentrato nella ripresa dopo i rossi a Montervino e Rinaldi), Arzanese e Foligno. Prestazioni che avrebbero meritato di avere un seguito ma che, molto probabilmente non serviranno a Tuia a strappare per la terza domenica di fila, una casacca da titolare. Più o meno lo stesso discorso vale per il brasiliano Gustavo. Il carioca si accomoderà nuovamente in panchina dopo una prova per la verità così così contro il Foligno. Perrone lo getterà nella mischia nella ripresa in caso di necessità.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->