Perrone e Fantoni torchiano il gruppo alla ripresa

Scritto da , 7 febbraio 2013
image_pdfimage_print

  I tre giorni di relax sono terminati e così la Salernitana  ha ripreso gli allenamenti nel chiuso del PalaDirceu di Eboli. Il gruppo è stato letteralmente torchiato dallo staff di Perrone ed in particolare dal preparatore atletico Fantoni. La squadra ha svolto riscaldamento, esercizi per la mobilità articolare e un lavoro di potenza aerobica.
La truppa granata ha terminato la seduta di allenamento con partite a pressione all’interno del PalaDirceu. La gara contro la Vigor Lamezia è ancora relativamente lontana e così lo staff tecnico granata dedicherà i prossimi giorni al potenziamento atletico con un richiamo di preparazione. Nel week end potrebbe essere organizzata un’amichevole con una squadra di serie D (l’Agropoli?) visto che anche in quella categoria si osserverà un turno di riposo, oppure una classica sgambata in famiglia. Molto dipenderà dalle condizioni atmosferiche. Intanto oggi gli allenamenti della Salernitana si svolgeranno, a partire dalle ore 10:30, al campo Settembrino di Fratte. La seduta di allenamento si svolgerà a porte chiuse.
FORMAZIONE IN ALTO MARE. Non è ancora il momento, dunque, per ipotizzare l’undici che potrebbe affrontare tra due domeniche la Vigor Lamezia. Carlo?Perrone riavrà Matteo Guazzo, che ha scontato il turno di squalifica, e questo già è tanto. Non ancora Ciccio Montervino che tornerà il prossimo 24 febbraio a Borgo a Buggiano. E così ci sarà tempo per fare valutazioni sulla possibile formazione da schierare contro i calabresi. E’ probabile che Perrone, visto lo schieramento della Vigor che adopera il 4-3-3, opterà ancora una volta per il 3-5-2. Modulo questo che si è rivelato quello maggiormente redditizio per la Salernitana tra tutti quelli visti all’opera in questa stagione. Maggiore copertura e miglior collegamento tra i reparti sono le caratteristiche principali di questo schema che Perrone propose per la prima volta un anno fa quando era alla guida del Salerno Calcio.
TORNA GUAZZO, ESCE GUSTAVO. In ogni caso appare assai probabile che il primo ad essere escluso dall’undici titolare sarà Gustavo. Il brasiliano lascerà la maglia indossata domenica scorsa a Foligno al rientrante Guazzo. Paradossalmente ora per Gustavo la vita si è fatta ancor più difficile, soprattutto dopo il ritorno in pianta stabile in gruppo di David Mounard. Prima il carioca, che si ritrova nelle gerarchie di gruppo davanti sia Ginestra che appunto Guazzo, poteva anche giocare nella posizione di trequartista.?Ora, con il francese tornato in grande spolvero, sarà difficile ritagliarsi uno spazio anche in quel ruolo.
TUIA SCALA POSIZIONI. Chi invece sta scalando posizioni nelle gerarchie è Alessandro Tuia. Il difensore ex Monza e Foligno, grazie alle ultime convincenti prestazioni contro Aversa, Arzanese e Foligno, sta convincendo mister Perrone a puntare su di lui. Con Molinari e Rinaldi quasi intoccabili e Luciani spostato nel ruolo di terzino destro con Piva dalla parte opposta, sembra quasi scontato che Tuia per giocare dovrà necessariamente attendere il 3-5-2. Un modulo che, come detto in precedenza, è quello che dà le maggiori garanzie a Carlo Perrone. Uno schema che, soprattutto dopo la trasformazione tattica da punta in interno di David Mounard, sta trovando sempre maggiori consensi. E così anche con il Lamezia potrebbe essere riproposto.
BERRETTI sconfitta 6-2 DALL’AGROPOLI. Intanto ieri la formazione Berretti della Salernitana ha perso per 6-2 nel test amichevole disputato contro l’Agropoli in cui militano gli ex Vitolo, Capozzoli e Santaniello. A segno per i granatini Esposito e Somma.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->