Perrone: «A Perugia non firmerei per il pari»

Scritto da , 12 dicembre 2013

SALERNO. Perrone  sa bene che oggi al Curi la Salernitana si giuocherà una buona fetta del campionato: «Perdendo -ha spiegato- sarà difficile acciuffare poi la vetta. Il Perugia viene da sei vittorie ed un pareggio nelle ultime sette gare. Gioca quasi sempre con gli stessi uomini esprimendo un bel calcio. Meritano il primo posto. Anche se non dovesse esserci Fabinho comunque hanno tanti giocatori bravi, anche Insigne, Mazzeo, Eusepi ed i centrocampisti che sono molto bravi nell’inserimento in zona offensiva. Hanno una difesa solida, un buon portiere, e se sono primi non è un caso. Firmare per un pari? Mai, dobbiamo sempre cercare di raccogliere il massimo possibile». Quando Perrone è arrivato a Salerno, Perugia e Salernitana erano appaiate. Ora i granata sono a -8 dagli umbri: «La statistica è importante, anche se bisogna analizzare -ha puntualizzato il tecnico- le squadre che ha incontrato la Salernitana nelle ultime sette partite. Dobbiamo imparare ad essere più cinici in certe situazioni». Nonostante le tante assenze in attacco, Perrone non manderà in campo nè Gustavo nè Mounard: «Avendo una rosa importante -ha spiegato Perrone- qualcuno purtroppo va sempre fuori, e io cerco di fare sempre valutazioni asettiche. Mounard? Da quando ci sono io -ha concluso il trainer-  ha giocato il 30% delle partite».

Consiglia