«Per non farlo arrabbiare compreremo noi un migliaio di biglietti»

Scritto da , 16 febbraio 2013
image_pdfimage_print

 Ha provato, come suo solito, a gettare acqua sul fuoco dopo le dichiarazioni al veleno di patron Lotito. Carlo Perrone è convinto che queste ultime 48 ore di tensione non influiranno sul rendimento della squadra: “Pur di non farlo arrabbiare per le presenze allo stadio, sono tentato di comprare assieme alla squadra un migliaio di biglietti e distribuirli. Scherzi a parte, così come io, con una Salernitana lanciatissima in classifica, ho l’obbigo ogni settimana di toccare le corde giuste e stimolare i calciatori per non far abbassare loro la guardia, il presidente fa di tuto per caricare l’ambiente e far capire quanto tenga alla Salernitana, andando oltre l’apparenza possiamo ben capire che, implicitamente, arrabbiandosi conferma di avere a cuore le sorti della squadra ed i fatti sono tutti dalla sua parte. In un anno e mezzo Lotito e Mezzaroma hanno fatto grandissime cose per la Salernitana ed il progetto è davvero ambizioso, è necessario che tutte le componenti remino nella medesima direzione. Tranquilli, non credo che il presidente abbia intenzione di mollare”. Sulla media spettatori, Perrone si esprime così: “Molti tifosi della provincia forse sono meno invogliati a fare tanti chilometri con una squadra in Seconda Divisione, resto dell’avviso che 5mila persone sono tante e la squadra è soddisfatta del sostegno garantitole dal pubblico; ovviamente più tifosi vengono allo stadio, più aumentano le possibilità di portare a casa la vittoria, ciò che voglio dire è che i sempre presenti non devono sentirsi offesi, l’appello è a coloro che stentano a riavvicinarsi allo stadio con una Salernitana prima in classifica”. Sull’aspetto tecnico, Perrone conferma la presenza in campo di Ginestra e Mounard: “Il modulo non l’ho deciso, ma Ginestra e Mounard dovrebbero essere della partita, il campo pesante può essere un insidia per David che è reduce da un problema fisico, ma in realtà è un’incognita per tutti; escludo che Ricci e Gustavo possano partire dal primo minuto, mentre ho visto un Mancini molto sereno, ha chiesto scusa al gruppo dopo aver commesso quell’errore domenica scorsa. Concentriamoci e speriamo di vincere la partita, chiedo ai tifosi di aiutarci e sostenerci come hanno sempre fatto”.
 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->