“Per molti ristoratori la zona arancione è il colpo di grazia”

Scritto da , 23 Febbraio 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

“Il Covid non si prende nei ristoranti, noi ristoratori non siamo gli untori raccontati dal Manzoni nei Promessi Sposi” è questo il ritornello che ogni titolare di ristorante, bar, pizzeria, pub recita oramai da mesi. Da quando alla fine del primo lockdown il Governo Conte impose misure severissime per la loro ripartenza e loro si sono messi in regola per ricominciare fino poi alle nuove chiuse quelle di ottobre. Chiusure imposte dalla Regione prima e dal Governo dopo. Chiusure che hanno fatto perdere a tutta la categoria i guadagni del mese di novembre e dicembe, quegli stessi guadagni che a Salerno grazie alle Luci d’Artista consentivano a molte attività di tirare avanti nei così detti mesi morti di febbraio e marzo

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->