Per la Cassazione Brigante era estraneo agli accordi ed estraneo alla concussione

Scritto da , 1 dicembre 2016
news52379

La Corte di Cassazione  rigettato il ricorso presentato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pisa contro l’ordinanza del Tribunale del riesame di Firenze  e ha confermato l’estraneità del dottor Luciano Brigante agli accordi intercorsi tra i pazienti e gli altri medici coinvolti nella vicenda e la non ravvisabilità del reato di concussione in capo allo stesso.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.