Per Aronica l’accordo resta ancora lontano

Scritto da , 12 dicembre 2014
image_pdfimage_print

SALERNO. L’affare Aronica è tutt’altro che definito. Se da un lato patron Lotito si è detto pronto a fare ulteriori sforzi economici “a patto che servano per rinforzare ulteriormente un gruppo già competitivo, non mi piace collezionare figurine”, dall’altro la società sa che non bisogna intaccare i ritrovati equilibri dello spogliatoio e proprio per questo avrebbe chiesto alla dirigenza di rinviare ogni ufficialità in entrata a gennaio. Parallelamente, però, Fabiani prosegue le sue chiacchierate informali con Aronica ed il suo entourage: sul piano economico pare che l’accordo ci sia e si basi su cifre ben inferiori ai 100mila euro, mancherebbe l’intesa sulla durata del contratto. La Salernitana propone un semestrale con bonus a raggiungimento dell’obiettivo, il calciatore gradirebbe il rinnovo automatico in caso di promozione in serie B. Aronica, però, non è più un ragazzino, è fermo da un anno e mezzo e la dirigenza vorrebbe prima valutarne il rendimento prima di blindarlo anche in ottica futura così come fatto con Tuia (e come accadrà con Nalini: rinnovo fino a giugno 2017). Sullo sfondo resta l’interesse di alcuni club di Lega Pro, su tutti il solito Benevento di Vigorito che, da un mese a questa parte, subisce gol con una certa e preoccupante continuità. Entro una settimana, però, Fabiani ed Aronica potrebbero incontrarsi nuovamente per fare il punto della situazione e non è escluso che si arrivi ad un’intesa: fondamentale si rivelerà anche il parere di Menichini. Gaetano Ferraiuolo

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->