Pdo Salerno, inizia una nuova sfida

Scritto da , 19 agosto 2014
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

SALERNO. Pdo Salerno, anno zero. La società del presidente Mario Pisapia, dopo aver vinto praticamente tutto in questo anni scrivendo la storia della pallamano nazionale, ha deciso di mettere un punto ed andare a capo. Sono andati via due pilastri come Rafika Ettaqi e Monika Pruenster, la prima per una offerta irrinunciabile giunta da una delle società più prestigiose d’Europa, il Borussia Dortmund, la seconda a causa di una discutibile decisione della Figh che ha deciso di inserirla nella selezione della Futura Roma, il progetto federale giunto al suo quarto anno di attività. Hanno lasciato Salerno anche la giovane Praest (per motivi personali) oltre a Khady Diome e Vinjukova, alle quali il club ha deciso di non prolungare il contratto. Rimane in bilico invece l’argentina con passaporto italiano Belotti, che attualmente è in ritiro con la sua nazionale per uno stage in vista dei Giochi Panamericani e che tornerà soltanto a settembre. Per sei giocatrici che sono partite, sono arrivate la promettente italiana Scarrone e la macedone Belma Beba che ha occupato il posto di straniera lasciato vacante dalla Vinjukova. Accanto a loro ci sarà il gruppo storico composto da Napoletano, Pavlyk, Avram e capitan Coppola, oltre al nugulo di talenti del settore giovanile della Pdo che verrà promosso in pianta stabile in prima squadra. Iacovello, Ferrentino, Lauretti, Casale e Lamberti dovranno compiere in questa stagione il cosiddetto salto di qualità, per consentire alla società di patron Pisapia di riaprire il ciclo vincente. Arriveranno nelle prossime ore un secondo portiere (il titolare sarà Iacovello) ed un terzino. Il ds Loria sta dragando il mercato italiano a caccia dei migliori talenti in circolazione. Ieri intanto è ricominciata la preparazione in vista della nuova stagione al Centro Sportivo Terzo Tempo di San Mango Piemonte. Il gruppo, agli ordini del coach Giovanni Nasta, ha ricominciato a sudare. L’obiettivo è naturalmente quello di continuare a primeggiare, anche se rispetto al passato la Pdo Salerno non partirà con i favori del pronostico. Insomma, una nuova sfida è cominciata. Pisapia, Loria, Nasta e le atlete campionesse d’Italia in carica sono pronte ad affrontarla e vincerla.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->