Pd: primarie; in Campania 650 seggi e 4.000 volontari

Scritto da , 7 dicembre 2013

Seicentocinquanta seggi, quattromila volontari, 81 rappresentanti da mandare a Milano per l’assemblea nazionale del 15 dicembre: sono i numeri con i quali il Pd campano si appresta a celebrare domani le primarie per il nuovo segretario. Matteo Renzi, in pole position con il 46% dei consensi conseguito nelle convenzioni dei circoli del 17 novembre (ma allora votarono solo 40 mila persone), e’ chiamato a confermarsi il piu’ votato per mettere la bandierina in una regione che esprime ben 81 eletti sui mille dell’assemblea democrat. A sorpassarlo ci provera’ Gianni Cuperlo che nei circoli raccolse il 36%. Parte staccato Pippo Civati che gode dell’appoggio dei giovani Dem. Variegati gli schieramenti in campo: il sindaco di Firenze puo’ contare sul sostegno del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, nella cui citta’ ha fatto il pieno tre settimane fa, ma anche su altri nomi eccellenti del partito come Antonio Bassolino che ha fatto dichiarazione di voto per lui, Maria Grazia Pagano, e i consiglieri regionali Peppe Russo e Lello Topo. Al fianco di Gianni Cuperlo, che tre settimane fa si affermo’ nel capoluogo partenopeo, oltre che a Caserta, Benevento e Avellino citta’, ci sono i deputati napoletani Massimo Paolucci e Valeria Valente, il segretario regionale Enzo Amendola e il ‘romano’ Matteo Orfini. Fanno campagna per Civati i giovani Dem di Napoli: in una lista zeppa di under 30 spicca la candidatura del loro segretario, Marco Sarracino. Occhi puntati soprattutto su Salerno dove il partito ha inviato due osservatori (Francesca d’Ulisse e Filippo Quattrocchi) per affiancare le strutture locali nel garantire la regolarita’ del voto dopo l’inchiesta aperta dalla Dda sul tesseramento che ha portato al congelamento del voto di novembre. Una vicenda, quella sollevata da Patrizio Mecacci, coordinatore dell’area Cuperlo, che ha portato nei giorni scorsi Matteo Orfini a parlare di infiltrazioni camorristiche. Le urne saranno aperte dalle ore 8 alle 20. Difficile fare previsioni sull’affluenza che dovrebbe comunque superare le 120 mila unita’: impossibile fare raffronti con le primarie di coalizione del 25 novembre 2012 quando furono 222 mila gli elettori che si recarono nei gazebo. Sono circa 240 i democratici inseriti nelle liste territoriali a sostegno di Gianni Cuperlo, Matteo Renzi e Pippo Civati che si contenderanno gli 81 posti che spettano alla Campania, cosi’ ripartiti per provincia: 6 ad Avellino, 4 a Benevento, 12 a Caserta, 42 a Napoli, 17 a Salerno

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->