Pazza Salernitana, a Parma va sotto, pareggia e sfiora il successo: al Tardini è 2-2

Scritto da , 29 settembre 2017

di Marco De Martino

PARMA – Dottor Jekyll e Mister Hyde: la Salernitana a Parma indossa i panni del celebre personaggio di Stevenson conquistando un pareggio che fino al 45′ sembrava un miraggio. 2-2 al Tardini, con i ducali avanti di due reti, siglate da Di Cesare e Lucarelli, nella prima metà di gioco e con i granata che nella ripresa, complici l’ingresso di Sprocati e le espulsioni di Di Cesare e Iacoponi, acciuffano il pari proprio grazie a Sprocati ed al rigore trasformato da Vitale.

Al 15′ il primo squillo di marca emiliana: sugli sviluppi di un corner una respinta maldestra di Minala innesca una mischia che consente a Calaiò di battere a rete da buona posizione, ma Radunovic si fa trovare pronto. Non fa altrettanto il portiere granata sull’azione successiva, quando Di Cesare colpisce di testa e lo sorprende fuori posizione firmando l’1-0 ducale. Dopo un paio di tentativi di Di Gaudio e Dezi, il primo tentativo per la Salernitana capita al 29′ sul destro di Rodriguez. Lo spagnolo sfrutta un errore di Di Cesare, si ritrova da solo davanti a Frattali ma torna l’attaccante di Vercelli e svirgola a lato anziché insaccare la sfera del pareggio. E dopo tre giri di lancette si concretizza il raddoppio del Parma. Scozzarella calcia una punizione dalla trequarti, Scavone sul secondo palo fa da sponda a Lucarelli il quale da pochi passi fa secco Radunovic. Un gol viziato però da un netto fuorigioco di Scavone. Il Parma resta padrone del campo anche nel finale ed al 43′, complice l’ennesimo errore di piazzamento di Radunovic, va vicino al tris con Calaiò che di testa cerca il gol fotocopia di Di Cesare ma stavolta il portiere granata rimedia con un colpo di reni che evita il de profundis anticipato.
Non rientra dagli spogliatoi Della Rocca, con Bollini che inserisce Sprocati e passa al 3-4-1-2. La prima occasione, davvero ghiotta, capita però ancora al Parma, sempre con Calaiò che si presenta davanti a Radunovic ma si lascia ipnotizzare sparando tra le braccia del portiere serbo. Sul capovolgimento di fronte è proprio il neo entrato Sprocati, con un sinistro dal limite, ad impegnare severamente Frattali il quale devia a fatica in tuffo il pallone diretto all’angolo alla sua sinistra. Al 54′ è ancora la squadra di casa, ancora in contropiede, a sfiorare il tris ma Insigne spreca calciando su Radunovic. Ma la Salernitana riapre tutto un minuto dopo, proprio con Sprocati che tira fuori dal cilindro un tiro a giro che incenerisce Frattali e rimette in carreggiata i granata. Al minuto 70 la rimonta sarebbe completa se solo Rodriguez, che insacca dopo un assist di Zito con un destro al volo, non fosse in fuorigioco. La Salernitana c’è e crede nel pareggio. Infatti un minuto più tardi lo spagnolo s’invola da solo verso Frattali, Di Cesare lo stende e si becca un cartellino rosso sacrosanto. Sulla successiva punizione dal limite, Vitale sfiora l’incrocio dei pali e quindi il gol del 2-2. Ancor più clamoroso quello che si divora al 76′ Bocalon il quale, pescato alla perfezione da un cross di Vitale, manda il pallone di testa fuori nonostante si trovasse ad un metro da Frattali e completamente smarcato. La Salernitana domina ed al 78′ c’è un altro episodio chiave. Iacoponi affossa Rodriguez sugli sviluppi di un corner e il signor Di Paolo decreta il rosso diretto per il difensore ducale e il rigore per i granata. La trasformazione, come sempre perfetta, è affidata a Vitale. Con il pareggio in cassaforte e due uomini in più, la Salernitana a dieci dalla fine può cullare il sogno della prima vittoria in trasferta. Un sogno che rimane tale visto che i granata non trovano più la forza per realizzare il terzo gol anche perché il Parma serra i ranghi a difesa del pareggio.

PARMA-SALERNITANA 2-2
PARMA (4-3-3): Frattali; Iacoponi, Di Cesare, Lucarelli, Scaglia; Dezi, Scozzarella (52′ Munari), Scavone; Di Gaudio (79′ Gagliolo), Calaiò, Insigne (69′ Mazzocchi). A disp.: Nardi, Corapi, Baraye, Frediani, Barillà, Nocciolini, Germoni, Siligardi, Sierralta. All.: D’Aversa
SALERNITANA (3-5-2): Radunovic; Mantovani, Schiavi, Vitale; Kiyine, Minala, Della Rocca (46′ Sprocati), Odjer (73′ Di Roberto), Zito; Rodriguez, Bocalon (85′ Rosina). A disp.: Adamonis, Signorelli, Alex, Kadi, Asmah, Rossi, Cicerelli, Iliadis. All.: Bollini
ARBITRO: Di Paolo di Avezzano (Assistenti Intagliata e Soricaro). Quarto uomo: Prontera
MARCATORI: 17′ Di Cesare, 32′ Lucarelli, 55′ Sprocati, 80′ Vitale (rig.)
NOTE: Spettatori ottomila circa di cui un migliaio provenienti da Salerno. Ammoniti Odjer, Kiyine, Minala, Scaglia. Espulsi al 72′ Di Cesare ed al 78′ Iacoponi entrambi per fallo su chiara occasione da rete. Recupero 1′ e 5′

Consiglia