Pastena sotto choc per la morte di Giusy

Scritto da , 30 Aprile 2013
image_pdfimage_print

Pastena sotto choc. Una famiglia nel dramma per un gesto senza un perché. Una trentunenne, Giusy (non pubblichiamo i dati anagrafici per esteso e la foto per rispetto dei familiari già straziati dalla terribile notizia), ha posto fine alla sua giovane vita nel modo più drammatico ed inspiegabile per chi conosceva la sua dinamicità. Per chi l’aveva apprezzata ed amata. La giovane donna si è suicidata lanciandosi nel vuoto, poco dopo ora di pranzo, da uno stabile ubicata in via Guglielmo Vacca. Uno schianto tremendo da quindici metri d’altezza. Un impatto tremendo che ha rischiato di coinvolgere anche un’altra donna che stava in quel momento percorrendo via Vacca. La ragazza è caduta, praticamente, ai piedi di questa signora, poi ricoverata in ospedale per lo choc subito. Quando sono intervenuti i mezzi di soccorso Giusy era ancora viva ed agonizzante per strada. Il quadro clinico è parso  piuttosto complicato: la ragazza respirava ancora ma presentava gravi traumi su tutto il corpo con fratture alla braccia ed alle gambe e con il bacino spezzato. La giovane è stata mmediata trasportata dall’ambulanza di Tipo A dell Humanitas al Ruggi dove è deceduta ieri sera. Sul luogo sono poi intervenuti gli Agenti della Polizia per i rilievi del caso. Pare che la giovane soffrisse di crisi depressive. A nulla sono valsi i delicati interventi alla quale  la trentunne salernitana è stata sottoposta. Un velo di tristezza e commozione è calato in via Vacca sull’intero quartiere Pastena appena è iniziata a circolare la notizia della morte di Giusy. La ragazza sembra avesse manifestato soprattutto negli ultimi tempi questo suo malessere (forse legati anche a vicissitudini sentimentali) e, sembra, che avesse già riferito alla madre il desiderio dell’estremo gesto. La donna sembra che ieri mattina avesse anche provato a fermarla ma quel malessere è stato più forte di ogni altra cosa. Una famiglia è piombata all’improvviso nel dramma. Tante le persone che si sono strette attorno ad una famiglia straziata dal dolore. Del resto, fino a pochi giorni fa, nulla lasciava presagire un epilogo del genere. Chi la conosceva afferma di una Giusy che guardava serenamente al futuro e dialagova su progetti ed idee. Sulla sua pagina facebook aveva accennato anche al desiderio di tatuarsi ad inizio maggio al nuovo studio di un amico. In passato aveva lavorato anche alle poste. Tanti i commenti rilascati da amici e conoscenti sul social network. Il refrain di tutti i commenti è sempre lo stesso: “Giusy perché l’hai fatto”. C’è chi pensa ad uno scherzo di pessimo gusto e chi resta senza parole… Così come tante persone che in questi anni l’avevano conosciuta. Riccioli lunghi ed un sorriso solare dietro il quale nascondeva un malessere che forse soli in pochi conoscevano. Ora c’è una famiglia da confortare ed aiutare… In tanti si sono stretti e si stringeranno attorno alla famiglia  per aiutarla a render meno pesante il fardello provocato da questo immenso dolore. Nella giornata di oggi l’estremo saluto a Giusy. Pastena si fermerà nel suo ricordo….

 

30 aprile 2013

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->