Parco dell’Amicizia: Anas nessun ok

Scritto da , 11 maggio 2018
image_pdfimage_print

Brigida Vcinanza

A peggiorare ancora di più la situazione della variante al Pua che riguarda il Parco dell’Amicizia nella zona orientale di Salerno, ci sarebbe anche un’autorizzazione dell’Anas mai arrivata. Come riportato ieri – su queste colonne – il nuovo comparto edilizio che dovrebbe sorgere nei pressi proprio del parco, ha destato non poche polemiche, in quanto per permetterne la costruzione si dovrà costruire una via di ingresso che taglia completamente l’interno del parco, dove i condomini del palazzo già esistente in zona avevano creato il proprio polmone verde in città. Dopo il ricorso al Tar, voluto da una buona parte dei residenti, guidati dall’avvocato Domenico De Martino e dal tecnico Vincenzo Strianese, adesso la società che si occupa delle autostrade vuole vederci chiaro. Pare che mancherebbe proprio l’autorizzazione definitiva della società, che avrebbe dato intanto soltanto un parere preliminare a suo tempo alla delibera prodotta dalla giunta comunale un anno fa. Infatti per la costruzione del comparto edilizio del Consorzio Comparto 22 si dovrebbe tagliare addirittura un pezzo delle scarpate della tangenziale, date le grandi dimensioni dei palazzi di circa 10 piani e delle villette che sorgeranno nei dintorni. Una questione che però non vede la “luce”, nonostante le autorizzazioni già date dal Comune di Salerno. Adesso si attende soltanto che il tribunale amministrativo faccia il suo ricorso e che possa ridare una piccola speranza ai condomini del Parco dell’Amicizia che si sentono adesso “minacciati” dal mostro dalle grandi dimensioni.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->