Pallanuoto, A2: Catania amara per la Rari Nantes Salerno

Scritto da , 17 gennaio 2015
image_pdfimage_print

Un improvviso crollo nel terzo parziale compromette una gara ben giocata dalla Rari Nantes Salerno e regala la vittoria ai padroni di casa della Item Nuoto Catania. Sicilia amara per i giallorossi di Mario Grieco: alla piscina “Scuderi” il sette di coach Dato ha la meglio in rimonta ed aggancia in classifica la Rari che può recriminare per le bassissime percentuali con l’uomo in più (soli due gol realizzati su dieci superiorità). “E’ un peccato perdere una partita in questo modo – commenta un amareggiato Mario Grieco – Al di là del risultato, prima della partita avevo chiesto ai miei una grande prestazione sotto il profilo del gioco e devo dire che posso ritenermi soddisfatto. La squadra si è espressa su ottimi livelli contro una squadra molto forte come Nuoto Catania che a mio avviso dirà la sua fino alla fine nella lotta al salto di categoria. Come purtroppo troppo spesso ci capita, siamo venuti meno dal punto di vista caratteriale nel momento topico della partita. Dobbiamo convincerci di essere un’ottima squadra che può giocarsela alla pari con tutti. E’ un peccato perché negli ultimi e decisivi minuti abbiamo sprecato ben tre opportunità in superiorità numerica per rimettere in sesto la partita”.

TABELLINO ITEM NUOTO CATANIA – RARI NANTES NUOTO SALERNO 8-7 (1-1, 3-4, 4-0, 0-2)

ITEM NUOTO CATANIA: Pellegrino, B. Torrisi, Riccioli, Basile, Sparacino, M. Spampinato 1, G.Torrisi 1, Casasola, Kacar, Privitera 4, Beltrame 1, C. Torrisi, La Rosa 1. All. Dato.

RARI NANTES NUOTO SALERNO: Ferrigno, Donnabella, Lupo, G. Parrilli 2, Pasca 1, Esposito 2, Bernaudo, Pica 1, Gallozzi, Bagnoli 1, Siani, A. Parrilli, Postiglione. All. Grieco.

Arbitri: Camoglio e Collantoni

Note. Uscito per limite di falli C. Torrisi (C) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Catania 5/12 e 2/10 Salerno. Spettatori 300 circa

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->