Pagano: «La mozione di sfiducia sarà presentata, Benincasa stia sereno» Antonella Scannapieco: «Giunta che si mantiene con la stampella Granozi»

Scritto da , 18 agosto 2017

«Non posso non evidenziare l’uti- lizzo del sito istituzionale a fini propagandistici, cosa che trovo inaudita. Poi, nuovamente si at- tacca la libertà di un professioni- sta che svolge correttamente e serenamente il proprio lavoro, cosa semplicemente deplorevole. Ancora, si attaccano i consiglieri di opposizione che, per legge, sono soprattutto chiamati a ga- rantire il controllo e la legittimità degli atti amministrativi. Qualora, in tali vesti, non intervenissero su determinate questioni, dimostre- rebbero di non fare gli interessi della collettività. Le questioni for- mali di cui si parla, si chiamano semplicemente rispetto delle re- gole, pratica a cui il sindaco e la Maggioranza sembrano attual- mente poco avvezzi». Mario Pa- gano, consigliere comunale d’opposizione, replica alla nota stampa del sindaco Franco Be- nincasa ed al manifesto affisso in questi giorni dall’amministra- zione comunale. Un nuovo at- tacco all’opposizione ed anche a questa testata giornalistica, rea anche in questo caso di aver pub- blicato un comunicato stampa e dichiarazioni dell’intera opposi- zione cittadina. «Piuttosto che una minoranza “confusa”, “in- competente”, “che abbandona l’aula” – prosegue Pagano – a me pare che vi sia una maggioranza intollerante alle critiche, incapace di riconoscere chi ha il ruolo di

contrastarla, con un Sindaco che costringe i suoi Consiglieri “a non ricordare” le affermazioni dei Consiglieri di Minoranza, che non accetta idee e proposte che non siano le sue. Un sindaco, quindi, che conferma il suo nervosismo e il suo atteggiamento poco incline al contraddittorio e che, perdendo autorevolezza e assumendo un tono autoritario, sta tentando di eliminare dal suo per- corso gli ultimi ostacoli che non gli consentono di affermare il pensiero unico (il suo, natural- mente…)». «La mozione di sfiducia – assicura Pagano – sarà certamente presentata, abbiamo voluto garantire al Sindaco un sereno Ferragosto (anche se si di- mostra poco sereno già di suo…). Con queste ulteriori deliranti affermazioni, non mi resta che con- fermare che il Sindaco continua nel percorso di fine indecorosa della sua parabola politica, provando ad addebitare ad altri (tipico del suo personaggio..), colpe esclusivamente sue». Rincara la dose, il consigliere Antonella Scannapieco: «L’Amministrazione Benincasa ormai allo sbando ed in grande difficoltà Ìa sta portando i conti del Comune al dissesto. Approva nell’ultima seduta consiliare debiti fuori bilancio per circa € 500.000,00 (soldi e risorse di tutti i cittadini) con il voto determinante dell’ex candidato a sindaco ed ex consigliere

di minoranza Massimiliano Granozi che si conferma “stampella” determinante di questa nuova e traballante maggioranza. L’opposizione, compatta, naturalmente ha espresso voto contrario sui debiti del Comune. Ma cosa molto grave e sulla quale l’opposizione ha chiesto chiarimenti era l’argo- mento all’OdG del Consiglio e ri- guardante “la salvaguardia degli equilibri di bilancio”». Ed annuncia: «Per le gravi carenze documentali (mancavano i documenti contabili e la relazione degli uffici sulle risultanze del monitoraggio periodico effettuato sulla partecipata ovvero la società  “Vietri

Sviluppo”) tutta l’opposizione ha richiesto con una comunicazione inviata a mezzo pec l’intervento del Prefetto di Salerno ed in sede di consiglio per lo stesso motivo ha chiesto il ritiro del punto al- l’OdG. Tali documenti obbligatori per la verifica degli equilibri di bi- lancio, sono previsti sia dal- l’art.147 quinquies del Tuel e dall’art. 20 del regolamento ddi contabilità del Comune di Vietri sul Mare. In considerazione anche del fatto che in una nota la responsabile del servizio finanzia- rio evidenzia come ..”nel presente esercizio eÌ in aumento il deficit di cassa”. L’estrema debolezza

mista all’arroganza dell’attuale amministrazione si eÌ manifestata anche al momento della scelta del componente da nominare nella commissione assistenza che per statuto comunale competeva al- l’opposizione ma che il sindaco ha preteso essere sua prerogativa. Come ormai risulta evidente il sindaco eÌ diventato “burattino” nelle mani dell’ex consigliere di opposizione Antonio Borrelli (trasformista di professione) che non si presenta in consiglio per votare delibere fondamentali per il bilancio comunale ma che partecipa (senza assumersi responsabilità) alla gestione del potere locale». Ancora ribadisce: «Tutta insieme l’opposizione ha richiesto per il bene di Vietri sul Mare le immediate dimissioni del sindaco».

Infine l’intervento del consigliere Alessio Serretiello che dichiara: “È inaccettabile che venga utiliz- zato il sito istituzionale del co- mune per la becera propaganda politica di una maggioranza che oramai va a ruota libera e che di- mostra di aver perso definitiva- mente la bussola.

Non riescono più a distinguere il piano istituzionale da quello politico dimostrando assoluta inadeguatezza ed esasperando il dibattito con l’intento di distrarre la cittadinanza dai problemi reali del paese generati proprio dall’operato di questa maggioranza”.

Consiglia