Pagani, sotto l’albero l’apertura del polo oncologico

Scritto da , 8 Novembre 2012
image_pdfimage_print

Entro 45 giorni il polo oncologico di Pagani dovrebbe aprire i battenti. A renderlo noto è il direttore generale dell’Asl Salerno, Antonio Squillante. L’unico intoppo che negli ultimi mesi ha rallentato l’inaugurazione della struttura sarebbe la mancata autorizzazione da parte dei vigili del fuoco, ma ora il manager dell’azienda sanitaria ha annunciato che è stata individuata la ditta che effettuerà i lavori necessari per ottenere il via libera da parte dei vigili del fuoco. L’ammontare delle opere programmate per far fronte alle prescrizioni è di circa 80mila euro. “Ci stiamo preoccupando giorno per giorno sullo stato di avanzamento dei lavori per il polo oncologico dell’Andrea Tortora – ha spiegato il direttore generale Antonio Squillante.” “Quindici giorni fa abbiamo fatto la delibera di aggiudicazione dei lavori, la ditta è stata scelta ieri ( l’altro ieri per chi legge) – ha evidenziato ancora Squillante – ora vi vorranno una quarantina di giorni per adempiere alle prescrizioni dei vigili del fuoco. La ditta che effettuerà i lavori, nei tempi prescritti sarà sotto stretta osservazione – ha chiarito il manager dell’Asl. Si tratta di adempimenti importanti, non mi sognerei mai di aprire il polo oncologico senza le necessarie autorizzazioni e certificazioni” – ha concluso Squillante.
Intanto, il direttore sanitario dell’Asl, Federico Pagano, ha annunciato che l’azienda si è anche attivata  presso la V commissione regionale  per ottenere la possibilità di insediare presso il presidio paganese la “breast unit”, un’unità operativa per la cura del tumore alla mammella. Una direzione questa che se intrapresa per il verso giusto potrebbe far approdare al nosocomio paganese anche il senologo Luigi Cremone. Ad ogni modo, gli annunci dell’azienda sanitaria erano vivamente attesi dai cittadini di Pagani e non solo. Negli ultimi giorni, il manager Squillante è stato letteralmente subissato da missive, da parte di sindacati ed esponenti politici paganesi, che invocano risposte in merito all’apertura del polo oncologico all’ospedale Andrea Tortora. In particolare, pochi giorni fa, aveva fatto sentire la voce il consigliere provinciale nonché ex sindaco Salvatore Bottone che in una missiva aveva chiesto delucidazioni in merito alle attività in corso proclivi al decollo del polo oncologico. Una lettera che aveva suscitato le dure considerazione del presidente dell’Anna Onlus sita a Pagani, Giuseppe Barone. “Non riesco a capire perché Salvatore Bottone si interessa del polo oncologico solo ora; l’associazione nazionale No Aids Onlus è stata sempre vigile sulla questione” – ha dichiarato. “Dov’era l’Amministrazione Comunale quando si stava per dare in comodato d’uso l’Ospedale di Pagani ad una Fondazione”? – tuona Barone. “Come mai questo fantomatico Polo Oncologico solo adesso è sotto i riflettori mediatici e questi signori che prima governavano il paese scrivono solo ora agli organi preposti”?
 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->