Pagani, Nello Califano (Pd): “La città è ostaggio dei rifiuti”

Scritto da , 9 settembre 2016
foto-4

Ormai sembra quasi non fare più notizia, eppure la questione della mancata raccolta dei rifiuti in alcuni punti della città di S. Alfonso, a pochi giorni dall’apertura dell’anno scolastico, è sempre di stretta attualità. Il servizio svolto dal gestore pubblico del servizio, il Consorzio di Bacino SA1, è notoriamente inefficace al punto di ingenerare costantemente disagi per l’intera popolazione. L’ente comunale più volte ha comunicato la propria intenzione di recedere da quello che da più parti è considerato un enorme carrozzone inadempiente fatto di sprechi e inefficienze. “E’ mortificante che la città continui a vivere questa condizione di disagio e di grave rischio per la salute pubblica – dice Nello Califano, dirigente del Partito Democratico paganese. E’ sotto gli occhi di tutti che il Consorzio di Bacino SA1 è inadeguato a svolgere tale compito. Ma quello che ferisce ancora di più la dignità dei paganesi è il tentativo, da parte di chi dovrebbe ben vigilare sul corretto svolgimento del servizio, di nascondere “sotto il tappeto” tali inadeguatezze. Ci sono strade della città invase da rifiuti di ogni sorta. Emblematico è il caso di via S. Erasmo, a pochi passi dalla Basilica di S. Alfonso e dalla scuola elementare, sui cui marciapiedi la carcassa di un piccione morto giace già da qualche giorno, insieme ad un parabrezza di un auto e ad un seggiolone per bimbi a tutto rischio e pericolo per i residenti. Faccio appello al sindaco Salvatore Bottone affinché chi è incaricato del controllo, esegua con scrupolosità il suo dovere piuttosto di postare sui social network affermazioni smentite poi dai fatti”

Consiglia