PAGANI, MANCATI VERSAMENTI ALL’ERARIO, ALLA SBARRA TRAPANI E RAIOLA

Scritto da , 20 Ottobre 2021
image_pdfimage_print

Mancati versamenti, rinviati a giudizio Filippo Raiola e Raffaele Trapani rispettivamente amministratore e presidente della Paganese Calcio. Entrambi dovranno presentarsi in aula a Nocera Inferiore il prossimo 10 marzo. Le contestazioni sono formulate in concorso, per un caso, e separatamente per un altro contro il solo Raiola. Nel mirino della Procura di Nocera Inferiore ci sono mancati pagamenti. La relazione dei funzionari dell’ufficio di Pagani, datata 1 ottobre 2019, riguarda i versamenti relativi al 22 giugno 2017, quando Trapani era procuratore e amministratore della Paganese, mentre Raiola era amministratore unico. I due non avrebbero versato il dovuto utilizzando in compensazione crediti inesistenti per importo superiore a 50mila euro, e crediti d’imposta dalla Italiana Petroli srl inesistente, per oltre 279mila euro, costituito per le accuse in maniera fraudolenta. In un ulteriore capo d’accusa, Raiola risponde di un altro presunto illecito verificato nella stessa data, perché nel corso dell’anno 2019 non versava le somme dovute, utilizzando lo stesso meccanismo della compensazione per crediti inesistenti sopra i 50mila euro.  .  A novembre dello scorso anno Raffaele Trapani era stato rinviato a giudizio con l’accusa di aver predisposto false fatturazioni violando la legge in materia con il fine di evadere l’imposta sul valore aggiunto.  Ora per lo storico patron azzurrostellato un nuovo giudizio ottenuto dal pubblico ministero Davide Palmieri.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->