Paganese spuntata, la Casertana vince il derby

Scritto da , 2 febbraio 2015

La Paganese non approfitta di una Casertana in piena emergenza ed esce sconfitta dal Pinto per 1-0. Decide una rete di Rajcic a metà ripresa. In avvio la gara è lenta e noiosa. Al 17’ Carrus in orizzontale per Mancino che, anziché imbeccare Tito, si accentra e scaglia un bolide che Marruocco respinge in allungo. Poche idee da parte dei falchetti, a ciò non da una mano la solidità difensiva degli azzurrostellati. Ancora sui piedi di Mancino l’occasione giusta per mettere i brividi a Marruocco ma il suo tentativo dal limite è stato troppo frettoloso. Servito da Antonazzo, il talento napoletano preferisce calciare a volo dai venticinque minuti, mentre Tito era completamente libero sulla fascia opposta (28’). Con il passare dei minuti inizia a rendersi pericolosa anche la Paganese che al 30’ rischia di sorprendere il Pinto. Bella penetrazione di Malaccari che arriva a pochi passi dalla porta: colpo a botta sicura e solo un miracolo di Fumagalli con i piedi salva il punteggio (30’). Mentre i falchetti vengono imbottigliati dalla retroguardia azzurrostellata, la Paganese si rende pericolosa su punizione. Prima Fumagalli respinge con i pugni la punizione di Moracci (33’), mentre la girata di testa di Girardi sul calcio piazzato, sempre di Moracci, termina tra le braccia di Fumagalli (43’). Nella ripresa il ritmo non subisce stravolgimenti rispetto alla prima frazione, così nei primi istanti si assiste solo alle conclusioni velleitarie di Caccavallo e Calamai. Come capita spesso nel calcio, un episodio può cambiare le sorti di una gara: così accade al 63’. Sugli sviluppi del corner battuto da Mancino, indecisione di Marruocco che esce a vuoto. Rajcic, appostato lì, è il più lesto ad anticipare gli avversari ed a gonfiare la rete. Prima rete ufficiale con la maglia rossoblù per l’ex calciatore di Bari, Chieti, Verona e Frosinone che gode degli applausi del suo pubblico. La Paganese non si demoralizza ed al 70’ è provvidenziale Mattera che anticipa Girardi pronto a fare goal. Centrale conclusione al 72’ di Cunzi. Nel finale gli azzurrostellati di Sottil tentano il tutto per tutto. Brividi per il pubblico rossoblù all’82’, quando Girardi non arriva per un soffio sul traversone di Baccolo. Anche nel recupero la Paganese mette paura con il colpo di testa di Bernardo che Fumagalli smanaccia, strozzando in gola l’urlo agli azzurrostellati. Qualche battibecco di troppo al fischio finale, ma la Casertana torna alla vittoria.

CASERTANA-PAGANESE 1-0
CASERTANA: Fumagalli, Antonazzo, Tito, Rajcic (76’ Pontiggia), D’Alterio, Mattera, De Marco (61’ Cunzi), Carrus, Ricciardo, Mancino (83’ Rainone), Caccavallo. In panchina: D’Agostino, Fonzino, Alvino, Agodirin. Allenatore: Salvatore Campilongo
PAGANESE: Marruocco, Tartaglia (76’ Donida), Vinci (90’ Catapano), Baccolo, Perna, Moracci, Calamai (69’ Longo), Malaccari, Girardi, Bernardo, Aurelio. In panchina: Casadei, Djibo, Cancelloni, Bergamini. Allenatore: Andrea Sottil
RETE: Rajcic 63’ (C)
ARBITRO: Fabio Piscopo della sezione di Imperia (assistenti: Margani di Latina e Vecchi di Lamezia Terme)
NOTE: Spettatori 1.500. Ammoniti: Mancino (C); Girardi, Vinci, Moracci (P). Angoli: 4-5. Fuorigioco: 2-2. Recupero: 1 nel primo tempo; 3 nel secondo tempo.

Consiglia